Il TCR Italy è approdato sul circuito di Imola per il quinto dei sette round stagionali offrendo due gare di grande spettacolo. Alla vigilia dell’appuntamento sul Santerno, Salvatore Tavano e Marco Pellegrini si contendevano la vetta della classifica tricolore a pari punti: con un secondo posto e una vittoria Tavano allunga in vetta al campionato con la Cupra e ora ha 32 punti di vantaggio su Pellegrini, alfiere della Hyundai di Target Competizioni e 33 punti su Matteo Greco, suo compagno di squadra nella Scuderia del Girasole by Cupra Racing.

GARA1 – Nella gara del sabato ad imporsi è Enrico Bettera: il pilota della Audi RS3 LMS di Pit Lane Competizioni ha preso subito il comando dalla pole position concludendo vittorioso davanti a Salvatore Tavano, risalito dalla settima posizione in griglia. Grande protagonista della bagarre Igor Stefanovski che sale sul terzo gradino del podio precedendo la Cupra autogestita di Felix Wimmer, e quelle degli altri due alfieri di Scuderia del Girasole by Cupra Racing Matteo Greco ed Eric Scalvini primo nel Trofeo Nazionale DSG.

Peccato per l’uscita di scena di Marco Pellegrini, mentre era secondo: la sua Hyundai ha perso la ruota anteriore destra e il pilota milanese è stato costretto a parcheggiare a bordo pista. Gara sfortunata anche per Matteo Greco, che chiuderà in quinta posizione dopo qualche digressione in ghiaia nella bagarre di centro gruppo. Per lui, comunque, la consolazione di aver siglato il giro veloce in gara.

Tra gli altri protagonisti della lotta per le posizioni di testa, Jacopo Guidetti è stato costretto al ritiro al quinto giro per problemi in frenata sulla Audi RS3 Lms di BF Motorsport mentre lottava per il terzo posto. Ritiro anche per Luca Segù, alla prima uscita tricolore sulla Honda Civic di Race Republic.

GARA2 -  Salvatore Tavano conquista la vittoria di gara2, la sua terza stagionale, davanti al macedone Igor Stefanoski e al sedicenne Jacopo Guidetti che firma anche il giro più veloce sulla Audi RS3 Lms di BF Motorsport.

Al via Tavano, scattato dalla seconda posizione, affianca il poleman Pellegrini, ma il milanese resiste ed entra per primo al Tamburello. La Cupra di Tavano passa al comando alla Piratella, e per parecchie tornate il campione in carica dovrà difendersi dagli attacchi di diversi avversari: da Marco Pellegrini a Felix Wimmer e Igor Stefanovski, ma riuscirà gradualmente ad allungare, per chiudere vittorioso al traguardo davanti a Guidetti. Quest’ultimo, infatti, compie un sorpasso su Stefanovski all’ultimo passaggio alla ‘Tosa’, urtando però la Cupra del macedone, e dopo l’arrivo la direzione gara deciderà di restituire la seconda posizione a Stefanovski. Per Jacopo Guidetti, terzo, è il secondo podio in carriera nel TCR Italy, dove ha debuttato quest’anno, avendo compiuto l’età minima per partecipare. A Guidetti la soddisfazione del giro veloce in gara.

Quarta posizione per il toscano Max Mugelli: assente da gara1 da un problema occorso in qualifica al leveraggio del cambio sulla Alfa Romeo Giulietta by Romeo Ferraris schierata da PRS Motorsport, in gara2 Mugelli si è prodigato in una bella rimonta dalla dodicesima casella in griglia.

Rimonta furibonda anche per Enrico Bettera: il vincitore di gara1 è scattato dall’ottava casella in griglia per via dell’inversione delle prime otto posizioni rispetto alla qualifica (dove aveva spuntato la pole) ma alla prima curva un contatto con Matteo Greco lo ha fatto andare in testacoda. Ripartito ultimo, concluderà sesto.

Gara in salita, invece, per Marco Pellegrini, che al quinto passaggio alla Tosa prova il sorpasso all’esterno su Tavano, che però conserva la traiettoria costringendolo alle vie di fuga ed a rientrare sesto. Dopo una nuova escursione alla Tamburello, Pellegrini scivola alle spalle della top-10 e chiuderà ottavo.

Gara ancor meno redditizia per il piemontese Matteo Greco, decimo al traguardo dopo la penalizzazione di 25’’ proprio per il contatto con Bettera.

TROFEO DSG – In gara1 il terzo alfiere della Scuderia del Girasole by Cupra Racing Eric Scalvini conquista la sesta posizione assoluta ed il successo del Trofeo Nazionale DSG dopo un corpo a corpo spettacolare con Matteo Bergonzini. Tra le vetture dotate di cambio di derivazione di serie l’austriaco Günter Benninger sale sul terzo gradino del podio davanti alle altre Cupra dei compagni di colori Wimmer Werk Motorsport, Christian Voithofer e Peter Gross.

In gara2 doppietta di Eric Scalvini, quinto assoluto ed ora a pari punti in vetta alla classifica di categoria nei colori Cupra Racing ed al fianco di Matteo Bergonzini, due volte secondo sulla Cupra di BF Motorsport. Podio fotocopia di gara1, con Günter Benninger al terzo posto.

Prossimo e penultimo round stagionale nel weekend del 15 settembre a Vallelunga.