La sede del Rally Italia Sardegna 2014 sarà Alghero. La notizia è ora ufficiale così come quella che il percorso della gara sarà articolato in 19 prove speciali e di poco inferiore ai 400 km cronometrati. Come già anticipato da AS la partenza cerimoniale e la super speciale di apertura si disputeranno nel tardo pomeriggio di giovedì 5 giugno a Cagliari, e poi il ritorno delle auto avverrà in serata in bisarca ad Alghero. La prima tappa di venerdì 6 sarà composta da otto crono tutti ambientati nel Monte Acuto sugli scenari classici di questa gara, vale a dire le speciali di Monte Olia, Terranova, Coiluna e Loelle. Poi sabato 7 nella seconda tappa, composta da sei crono, la più lunga dell’intera corsa, sarà interessato oltre al Monte Acuto, con le prove di Terranova e Monte Lerno, che verranno disputate per due volte (la speciale di Monte Lerno avrà una nuova versione inedita lunga ben 60 km), anche il sassarese. In serata infatti dopo un remote service i piloti disputeranno un passaggio sulle due speciali che già hanno riscosso molti consensi nelle ultime due edizioni, di Castelsardo e Tergu-Osilo. Poi domenica 8 giugno il gran finale con una tappa corta nel sassarese con le speciali di Castelsardo e Tergu-Osilo e con un crono del tutto inedito denominato Cala Flumini, che sarà anche la power stage. Rispetto alla prima bozza di percorso salta la tappa nell’oristanese, ed il rally assume una struttura più compatta e simile a quella degli ultimi anni. Inoltre dopo dieci edizioni in cui Olbia e la Gallura sono state il fulcro della manifestazione, stavolta l’asse della corsa si sposta nel nord ovest dell’isola, e così per la prima volta gli sterrati galluresi non ospiteranno nessuna speciale della prova iridata. Marco Giordo