Villa Carlos Paz (Argentina). Il Rally di Argentina ha un interessante leit-motiv, è infatti l’unica gara del calendario iridato che il quattro volte campione del mondo Sébastien Ogier (attuale leader della classifica) non è mai riuscito a vincere nella sua strepitosa carriera. In questa sua edizione numero 37 il “Rally de la Repubblica Argentina” ha un percorso molto simile a quello dello scorso anno, e prevede 18 prove speciali per un totale di 356,49 km cronometrati.

La gara si apre giovedì con lo shakedown di 6 km in programma alle ore 8 locali (le 13 in Italia) a Villa Carlos Paz, la cittadina a 30 km da Cordoba che sorge sulle sponde del lago San Roque, dove anche quest’anno sarà ospitato il parco assistenza. In serata ci sarà poi alle 19.08 (le 0.08 italiane) la super speciale d'apertura a Cordoba di 1,75 km ambientata nel centro cittadino.

Poi venerdì i piloti si dirigeranno verso la valle di Calamuchita per disputare le classiche prove di San Agustín-Villa General Belgrano (19,51 km), Amboy-Santa Monica, un crono che mancava dal 2008 di 20,44 km, e Santa Rosa-San Agustín (23,85 km). In serata chiuderà la giornata a Carlos Paz la super speciale del Parque Tematico (6,04 km) per un totale di 139,68 km cronometrati.

Sabato le speciali in programma saranno le classiche prove della valle di Punilla, quelle di Tanti-Villa Bustos (che stavolta si corre in senso contrario) di 20,69 km, di Los Gigantes-Cantera el Cóndor (38,68 km) e di Boca del Arroyo-Bajo del Pungo (20,52 km) per complessivi 159,78 km cronometrati.

Infine domenica la "carrera argentina" si concluderà nelle montagne di Traslasierra, la patria di Jorge Recalde, con tre prove in programma per un totale di 55,28 km cronometrati, vale a dire un passaggio sul classico crono di Mina Clavero-Giulio Cesare (22,64 km) e due sulla mitica speciale di El Condor-Copina (16,32 km) che sarà anche la power stage che andrà in onda in diretta su FOX Sports alle ore 17 con la telecronaca di Lucio Rizzica. 

Sono in totale solo 26 i piloti che prenderanno il via al Rally di Argentina, un numero in calo visto che erano stati 34 nelle ultime due edizioni. Saranno comunque ben 12 le Wrc al via, oltre ai 10 piloti ufficiali (con la seconda Citroen C3 affidata a Breen) figurano infatti le due Ford Fiesta Wrc Plus del nostro Lorenzo Bertelli e del norvegese Mads Ostberg, Sono invece 6 i piloti iscritti al Wrc 2, con lo svedese Pontus Tidemand (Skoda Fabia R5) in veste di favorito ed il messicano Benito Guerra ed il polacco Hubert Ptaszek (entrambi su Fabia R5) quali principali outsider. Il francese Eric Camilli (Ford Fiesta R5 MSport) è iscritto alla gara ma non al Wrc 2, mentre nessun equipaggio sarà in lizza nel Wrc 3. Infine come l’anno scorso anche gli italiani Frisiero-Agnese saranno al via su Ford Fiesta Maxirally 1.6T Alla prova nazionale del campionato argentino, che si corre in coda al mondiale, sono invece ben 57 gli equipaggi iscritti.