Alghero. Lo shakedown di Olmedo di 4,15 km disputato questa mattina ha aperto ufficialmente questa edizione numero 14 del Rally Italia Sardegna. Le due Hyundai i20 Wrc di Dani Sordo e Thierry Neuville sono state le più veloci e hanno preceduto le due Toyota Yaris Wrc di Jari-Matti Latvala ed Esapekka Lappi, mentre Sébastien Ogier ha fatto segnare solo l’ottavo tempo. “Ho cercato di risparmiare le gomme - ha ammesso il quattro volte campione del mondo – perché ne abbiamo solo 28 a disposizione per tutta la durata della gara, incluso proprio lo shakedown. E’ una scelta obbligata, la mia sarà infatti una gara tutta d’attacco sin dalla super speciale di stasera a Ittiri”.

Inutile dire che l’autore dello scratch Dani Sordo era molto soddisfatto. “La macchina è andata bene -ha detto il pilota spagnolo- e sono soddisfatto del mio tempo, che tra l’altro ho ottenuto con gomme dure. Cercheremo di fare il meglio possibile, sarà un rally tosto perché questa è una delle gare più dure di tutto il campionato”. Anche Neuville è apparso contento. “Ho girato con le soft - ha dichiarato il driver belga - e sono davvero soddisfatto del set up. Il mio obbiettivo è quello di stare davanti a Ogier durante la gara”. 

IL PROGRAMMA. Il Rally Italia Sardegna 2017 prevede un totale di 312 km cronometrati suddivisi in tre tappe e 19 prove speciali. La prima prova è in programma in serata alle ore 18, è la super speciale di Ittiri Arena di 2 km che inizia alle 18, mentre dalle ore 20.30 i piloti inizieranno ad arrivare a Olbia al molo Brin, dove verrà allestito il parco chiuso. La prima tappa continuerà così domani mattina da Olbia con un percorso che prevede otto speciali (4 prove ripetute due volte), con il ritorno di crono storici come quelli di Terranova e Monte Olia, e la conferma delle speciali di Tula e Tergu-Osilo. Tutti i riflettori sono puntati su Sébastien Ogier, sulla Ford Fiesta Wrc della MSport, e  su Thierry Neuville (Hyundai i20 Wrc), che sono stati sinora i due principali protagonisti della stagione con due vittorie a testa e puntano come minimo ad un podio in Sardegna. Partendo per primi nella giornata iniziale, sicuramente entrambi perderanno secondi preziosi, che alla fine potrebbero pesare nel computo per la vittoria finale. 

Questi i tempi dello shakedown: 

1.    Dani Sordo    Hyundai i20    2min 31.8sec
2.    Thierry Neuville    Hyundai i20    + 0.2sec
3.    Jari-Matti Latvala    Toyota Yaris    + 1.1sec
4.    Esapekka Lappi    Toyota Yaris    + 1.3sec
4=    Andreas Mikkelsen    Citroën C3    + 1.3sec
6.    Hayden Paddon    Hyundai i20    + 1.4sec
7.    Kris Meeke    Citroën C3    + 1.8sec
8.    Sébastien Ogier    Ford Fiesta    + 1.9sec
9.    Juho Hänninen    Toyota Yaris    + 2.4sec
10.    Mads Østberg    Ford Fiesta    + 3.3sec