Thierry Neuville (Hyundai) è stato il più veloce nello shakedown del Rally di Australia, ultima manche della stagione iridata che prevede un totale di 21 prove speciali per complessivi 318,33 km cronometrati. Essendo 10 le ore in più di fuso orario di differenza tra l’Australia e l’Italia, l’ultimo shakedown stagionale di Coffs Harbour (5,02 Km) è terminato quando in Italia erano circa le due di notte.

Scorrendo i vari crono in pratica tra Neuville, che è stato il più veloce con 2’56”3, ed Ogier (Ford Fiesta MSport) che ha chiuso undicesimo con un tempo di 2’58”7, c’è un distacco di meno di due secondi e mezzo, a testimonianza dell’estremo equilibrio che regnerà in questa gara.

Si inizia nella tarda serata italiana con la prima tappa di 113,42 km cronometrati, suddivisa in 8 speciali (4 ripetute due volte) vale a dire i crono di Pilbara (9.71 km), Eastbank (19,05 km), Sherwood (26,68 km) e la super speciale di Coffs Harbour lunga 1,27 km. La seconda giornata di sabato prevede altre 8 speciali per complessivi 140,27 km cronometrati, e si apre con il crono più lungo della corsa a Nambucca (48,89 km). Lo storico crono di Bucca (31,90 km) è invece in programma domenica nella tappa finale di 64,64 km cronometrati, con la power stage di Wedding Bells (6,44 km) che andrà in onda in diretta tv su FOX Sports alle 3 del mattino.

Sono solo 34 gli equipaggi iscritti alla gara in programma sugli sterrati del New South Wales, con 11 Wrc al via della prova in quanto la Toyota schiererà solo due Yaris affidate a Latvala e Lappi. Tra i partecipanti ci sono anche i nostri Fabio Frisiero e Simone Scattolin (Peugeot 208 AP4), mentre nel Wrc 2 è iscritto l’enfant prodige finlandese Kalle Rovanpera sulla Ford Fiesta R5 della MSport.

Questi i tempi dello shakedown:
1. Neuville 2’56”3
2. Lefebvre e Evans 2’56”8
4. Latvala 2’57”1
5. Meeke 2’57”2
6. Breen e Tanak 2’57”7
8. Lappi e Mikkelsen 2’57”9
10. Paddon 2’58”6
11. Ogier 2’58”7
12. Rovanpera 3’09”6