In un finale di seconda tappa davvero rocambolesco, Sébastien Ogier al volante della sua Ford Fiesta Wrc numero 1 è passato in testa al 15° Rally del Messico dopo il secondo passaggio sulla speciale di Guanajuatito (30,97 km). Ogier infatti migliorando il suo tempo di quasi 20”, è diventato il leader della corsa approfittando di una foratura che ha attardato Loeb di 2’23”7 e di una contemporanea foratura lenta di Sordo costata allo spagnolo della Hyundai 30”.

A quel punto alle sue spalle c’era Kris Meeke (Citroen) staccato di soli 3”8, ma a Otates ed El Brinco il driver della Ford ha allungato approfittando anche di una leggera uscita di strada di Meeke, chiudendo così la tappa con un vantaggio di 35”9 sul nord irlandese e 46”8 su Sordo. Più staccati seguono Mikkelsen a un minuto e mezzo e Loeb che ora è quinto a 2’19”7.

Da segnalare poi che nel Wrc 2 guida con largo margine lo svedese Pontus Tidemand (Skoda Fabia R5) davanti al britannico Greensmith (Ford Fiesta R5). Oggi c’è il gran finale, con l’ultima tappa in programma questo pomeriggio lunga 46,46 km cronometrati, che prevede tre sole prove speciali, quella di Alfaro (24,32 km) e i due passaggi a Las Minas (11,07 km) che alle ore 19.18 italiane sarà valida come power stage, trasmessa in diretta tv su FOX Sports dalle 19.

Questa la classifica alla fine della seconda tappa del Rally del Messico: 
1. Ogier in 3.25’03”1
2. Meeke a 35”9
3. Sordo a 46”8
4. Mikkelsen a 1’28”4
5. Loeb a 2’19”7
6. Neuville a 4’44”6
7. Tidemand a 9’24”2
8. Greensmith a 15’06”8
9. Latvala a 15’59’’6
10. Heller a 21’43’’0.