La 38a edizione del “Rally de la Republica Argentina” vedrà al via solo 30 equipaggi, un numero però comunque in crescita rispetto allo scorso anno, quando erano stati 26. Le Wrc iscritte a questa quarta prova del mondiale saranno 12, tra loro oltre alla presenza dei piloti ufficiali con Sordo al volante della terza Hyundai, spicca il ritorno sulla terza Citroen C3 di Khalid Al Qassimi.

La gara si configura come una sfida molto aperta, con favoriti i piloti che partiranno nella prima tappa nelle retrovie vale a dire in primis Latvala (Toyota), Sordo (Hyundai), Breen (Citroen) ed Evans (Ford). Sono invece 10 i piloti iscritti al Wrc 2 tra i quali sono da segnalare le presenze delle due Skoda Fabia R5 ufficiali di Tidemand e Kalle Rovanpera che dovranno vedersela contro le Ford Fiesta R5 dell’inglese Gus Greensmith, del cileno Pedro Heller e del boliviano Marco Bulacia, mentre nessun equipaggio sarà in lizza nel Wrc 3.

Quanto al percorso di questa 38a edizione della gara sudamericana, saranno come d’abitudine tre le tappe in programma suddivise in 18 prove speciali tutte su sterrato, per un totale di 358,25 km cronometrati. Il via sarà dato la sera di giovedì 26 aprile con la superspeciale che prenderà il via alle ore 0.08 italiane di venerdì 27 di Villa Carlos Paz (1,90 km), la cittadina situata a 40 km da Cordoba che da anni ospita il parco assistenza della gara. E proprio venerdì la prima tappa prosegue con altri 7 crono ed ulteriori 154,20 km cronometrati, vale a dire le tre speciali ripetute due volte ricavate nella Valle di Calamuchita di Las Bajadas-Villa del Dique (16,65 km), Amboy-Yacanto (33,58 km) e Santa Rosa-San Agustìn (23,85 km), ed un passaggio a metà giornata sulla super speciale Fernet Branca di 6,04 km. La tappa di sabato sarà composta invece da 146,88 km cronometrati con 7 crono in programma, cioé le tre speciali da ripetersi due volte di Tanti-Mataderos di 13,92km, Los Gigantes-Cuchilla Nevada di 16,02 km (in onda live su FOX Sports alle 14 e alle 19)) e la lunga di Cuchilla Nevada-Rio Pintos di 40,48 km, con un passaggio a metà giornata sulla super speciale Fernet Branca di 6,04 km.

Domenica 29 il gran finale con una tappa corta di soli 55,27 km cronometrati e quattro speciali, le classiche prove ripetute due volte di Giulio Cesare-Mina Clavero (22,41 km) e Copina–El Condor (16,43 km) che verranno percorse per la prima volta nella storia entrambe al contrario rispetto al senso abituale, con i due passaggi sul Condor (l’ultimo dei quali valido quale power stage), trasmessi in tv live alle ore 14 e 17 su FOX Sports.

Mondiale Rally: le classifiche


ALBO D’ORO RECENTE DEL RALLY DI ARGENTINA
2011  Loeb-Elena (Citroen Ds3 Wrc)
2012  Loeb-Elena (Citroen Ds3 Wrc)
2013  Loeb-Elena (Citroen Ds3 Wrc
2014  Latvala-Anttila (Volkswagen Polo Wrc)
2015  Meeke-Nagle (Citroen Ds3 Wrc)
2016  Paddon-Kennard (Hyundai i20 Wrc)
2017  Neuville-Gilsoul (Hyundai i20 Wrc)