ALGHERO. La prima giornata di gara del Rally Italia Sardegna è stata una vera e propria “wet race”. La pioggia, del tutto inusuale in questo periodo, ha scombinato infatti completamente le carte in tavola, permettendo a chi partiva davanti come Thierry Neuville, Sébastien Ogier, Ott Tanak e Andreas Mikkelsen di avere una gara meno problematica del previsto, visto che stavolta per loro passare per primi sulla terra sulle speciali bagnate è stato un vantaggio.

E all’inizio è stato molto bravo Mikkelsen (Hyundai) a prendere il largo staccando un ottimo tempo a Tula e allungando sui suoi avversari chiudendo in testa il primo giro sulle quattro prove della tappa iniziale, con 14” di vantaggio su Neuville (Hyundai), 16”4 su Tanak (Toyota), 22”9 su Suninen e 23” su Ogier (Ford).

Poi nel pomeriggio nel secondo passaggio sui 22 km del crono di Tula, Ogier ha staccato uno strepitoso tempo di 19’24”0 distanziando di 15”2 Tanak e di 17”5 Neuville passando in testa alla corsa per soli 3”5 su Mikkelsen e per 8”5 sul rivale belga. Poi il pentacampione del mondo ha allungato sui suoi avversari a Castelsardo, Tergu e Monti Baranta chiudendo la prima giornata con un vantaggio di 18”9 su Neuville.

Da sottolineare anche la grande gara di Fabio Andolfi che è 12’ assoluto e 4’ di Wrc2. La seconda tappa in programma domani prevede 146,56 km cronometrati suddivisi in sette speciali, con due passaggi sui 14,95 km di Coiluna-Loelle (live su RAI Sport e FOX Sports alle ore 8.30 e 16), Monte Lerno (28,52 km) e Monti di Alà (29,11 km), inframmezzati dalla speciale di Ittiri Arena (1,40 km). Infine domenica saranno solo 42,04 i km cronometrati da percorrere suddivisi nei due passaggi a Cala Flumini (14,06 km) e nella power stage di Sassari-Argentiera (6,96 km), che andrà in onda in diretta televisiva su RAI Sport e FOX Sports alle ore 8.30 e 12.

Questa la classifica dopo 9 prove speciali alla fine della prima tappa:
1.Ogier in 1.35'56"9
2. Neuville a 18"9
3. Latvala a 37”2
4.  Lappi a 41”6
5. Ostberg a 58”3
6.  Paddon a 1’01”5
7. Breen a 1’26”0
8. Léfébvre a 4’02”9