Sono 71 gli equipaggi iscritti al Rally di Finlandia con 12 Wrc Plus al via, in pratica tutte le quattro le squadre ufficiali schiereranno stavolta solo tre vetture. Le uniche novità in gara si vedranno sulla Ford Fiesta di Ogier, sulla vettura numero 1 della MSport Massimo Carriero si vedranno infatti delle nuove appendici aerodinamiche nella parte posteriore. Un nuovo pacchetto con nuovi diffusori, paraurti, passaruota posteriore ed estrattore aria ruote che sono stati omologati subito dopo i test effettuati ad inizio mese sugli sterrati finlandesi.

Sono invece ben 18 i piloti iscritti al mondiale Wrc 2, tra i quali figurano sulle Skoda Fabia ufficiali il norvegese Veiby e Kalle Rovanpera, e poi gli outsider locali Jari Huttunen, Emil Lindholm (entrambi su Hyundai i20 R5), Eerik Pietarinen (Skoda Fabia R5) e Jarko Nikara (Ford Fiesta R5). Da seguire anche sulle due Citroen C3 R5 ufficiali Stéphane Léfébvre e Simone Tempestini, ed il portacolori di ACI Team Italia Fabio Andolfi, che sulla Skoda Fabia R5 di Motosport Italia sarà stavolta navigato da Emanuele Inglesi.

Nello Junior sono 15 gli iscritti capitanati dal leader della serie lo svedese Radstroem, con al via sulle Ford Fiesta R2 della MSport anche i due driver di ACI Team Italia Luca Bottarelli ed Enrico Oldrati. Al Wrc 3 sono poi iscritti oltre ai 15 partecipanti dello Junior altri tre piloti, vale a dire il locale Taisko Lario (Peugeot 208 R2), la pilotessa inglese Louise Cook (Citroen Ds3 R3) e l’indiano Sanjay Takale (Ford Fiesta R2).

La 68a edizione del “Neste Rally Finland” è composta da 23 prove speciali per un totale di 317,26 km cronometrati. La gara inizierà giovedì con il nuovo shakedown di Vesala di 4,26 km seguito in serata dalla speciale cittadina di apertura di Harju (2,31 km). Venerdì è in programma la prima tappa composta da 126,37 km cronometrati e 9 speciali, vale a dire i crono di Moski (20,04 km), Urria (12,28 km), Assamaki (12,33 km), Aanekoski (7,71 km) ripetuti due volte e quello di Oittila (19,34 km) sul quale è previsto un solo passaggio ad inizio pomeriggio. La seconda tappa di sabato prevede invece 8 speciali per complessivi 142,86 km cronometrati suddivisi nei crono di Paijala (23,92 km), Pihlajakoski (14,90 km), Kakaristo (23,66 km) e Tuohikotanen (8,95 km) ripetuti due volte. La novità è che quest’anno i due passaggi sulla classica speciale di Ouninpohja saranno limitati alla parte finale della prova nella zona di Kakaristo.

Infine domenica la tappa finale sarà di soli 45,72 km cronometrati, con due sole speciali in programma da ripetersi due volte, quelle di Laukaa (11,74 km) e la power stage di Ruuhuimaki (11,12 km), due crono che hanno scritto la storia di questa gara.