BOSTALSEE - Questa mattina, sui 5,52 km dello shakedown di St. Wendeler Land, è iniziato il Rally Deutschland 2018. Il più veloce è stato Ott Tanak sulla Toyota Yaris Wrc che ha preceduto di soli due decimi il compagno di squadra Latvala, e di sette decimi il penta campione del mondo Sébastien Ogier (Ford MSport), con il leader del mondiale Neuville (Hyundai) quarto a 8 decimi, e l’altro pilota della casa coreana, Sordo, quinto a nove decimi. Il fatto che ben cinque piloti siano racchiusi in un secondo, offre la misura di quanto si presenta equilibrata questa edizione della prova tedesca, nona manche del mondiale rally, che vede al via 60 equipaggi tra i quali spiccano tra gli italiani Fabio Andolfi sulla Skoda di ACI Team Italia impegnato nel Wrc 2, ed Enrico Brazzoli nel Wrc 3 (entrambi con il lutto al braccio per commemorare le vittime di Genova). Altri italiani al via saranno poi Tavelli (Renault Clio R3T), l’ex campione italiano Umberto Scandola navigato da Andrea Gaspari (Skoda Fabia R5) e Simone Tempestini (Citroen C3 R5).

18 LE SPECIALI IN PROGRAMMA. L’ADAC Rally Deutschland 2018 prevede un totale di 328,73 km cronometrati suddivisi in 18 prove speciali. La gara ha confermato la nuova location dell’anno scorso dopo il trasloco a Bostalsee, dove era già stata all’inizio degli anni 2000, 60 km a sud ovest di Trier. Si inizia oggi in serata alle 19.10 con l’inedita speciale di apertura di St. Wendel (2,04 km). La prima tappa di domani prevede invece solo 6 speciali per un totale di 103,46 km cronometrati con due passaggi sui crono di Stein und Wein (19,44 km), sui 22 km di Mittelmosel (la classica speciale intorno ai vigneti della Mosella), e sui 9,27 km di Wadern-Weiskirchen. A seguire, sabato, ci sarà la classica giornata nel campo militare di Baumholder che prevede 150,12 km cronometrati con due passaggi su Arena Panzerplatte (9,43 km), sulla lunga speciale di Panzerplatte (38,57 km) e sui crono di Freisen (14,78 km) e Roemerstrasse (12,28 km). Infine domenica 19 la tappa finale di 73,11 km cronometrati composta da sole tre speciali, con due passaggi a Grafschaft (29,07 km) e uno sulla nuova power stage di Bosenberg (14,97 km).

Questi i tempi dello shakedown:

1. Tänak in 2’52”9
2. Latvala +0.2
3. Ogier +0.7
4. Neuville +0.8
5. Sordo +0.9
6. Breen +1.4
7. Evans +1.4
8. Lappi +1.8
9. Ostberg +2.5
10. Suninen +3.0