Ott Tanak al volante della Toyota Yaris Wrc ha ottenuto sugli sterrati anatolici il suo terzo successo iridato consecutivo, un trionfo che ha dato una nuova fisionomia all’intero mondiale 2018. Ora il pilota éstone, che ha regalato insieme a Latvala una clamorosa doppietta alla Toyota, è balzato al secondo posto nella classifica del campionato piloti con 164 punti, staccato di sole 13 lunghezze dal leader Thierry Neuville che è sempre in testa a quota 177, mentre Ogier è terzo a quota 154.

Nel mondiale marche invece la Toyota ha sorpassato in testa la Hyundai ed è ora lì in piena lotta a giocarsi il titolo costruttori con la casa coreana che ora insegue a 5 punti.

Una vittoria questa di Tanak davvero pesante, un successo che sarebbe stato quasi impossibile da pronosticare venerdì sera, quando Neuville aveva chiuso la prima tappa con soli 3 decimi di secondo di vantaggio su Ogier, con Mikkelsen terzo a 2”6, Latvala quarto a 16”3 ed infine il driver estone solo quinto staccato di 32”4. «Non è stata una gara facile per me – ha ammesso Tanak – perché non ho mai avuto il grip giusto ed ho sempre dovuto pensare a guidare con la massima attenzione evitando di fare degli errori. Una scelta che ci ha premiato in una gara ad eliminazione. Sono contento per me e per il team, ora siamo in corsa per tutti e due i titoli, vedremo cosa succederà nelle prossime gare».

Anche Tommi Makinen era soddisfatto all'arrivo.  «Un weekend davvero brillante per noi concluso con una doppietta – ha detto il team principal della Toyota  - in una gara impegnativa come non si vedeva da tempo. Alla fine abbiamo ottenuto davvero il massimo e grazie alle ottime performance dei nostri driver, siamo passati in testa al mondiale costruttori e abbiamo rimontato ancora con Ott in quello piloti. Mancano ancora tre gare alla fine, noi ci proviamo».

Il prossimo appuntamento nel mondiale rally è fissato ai primi di ottobre in Galles, dove Ogier ha fatto sempre bene e stavolta sarà terzo al via, visto che il leader del mondiale Neuville partirà per primo e pulirà la strada seguito subito dopo dallo scatenato Tanak. 
 
 
Classifica finale:
1° Ott Tanak – Martin Jarveoja  (Toyota Yaris Wrc) EST-EST in 3.59’24”5
2° Jari-Matti Latvala Miikka Anttila (Toyota Yaris Wrc) FIN-FIN a  22”3
3° Hayden Paddon – Sebastian Marshall (Hyundai i20 Wrc) NZ-GB a 1’46”3
4° Teemu Suninen – Mikko Markkula (Ford Fiesta Wrc) FIN-FIN a 4’10”9
5° Andreas Mikkelsen – Anders Jaeger (Hyundai i20 Wrc) N-N a 7’11”7
6° Henning Solberg – Illka Minor (Skoda Fabia R5) N-A  a 13’40”6
7° Jan Kopecky – Pavel Dresler (Skoda Fabia R5) CZ-CZ a 18’25”2
8° Simone Tempestini – Sergiu Itu (Citroen C3 R5) I-ROU a 19’37”1
9° Chris Ingram – Ross Whittock (Skoda Fabia R5) GB-GB a 20’21”3
10° Sébastien Ogier – Julien Ingrassia (Ford Fiesta Wrc) F-F a 20’51”2
 
Così il Mondiale Piloti dopo 10 gare:1° Neuville 177; 2° Tanak 164; 3° Ogier 154; 4° Lappi 88; 5° Mikkelsen e Latvala 75; 7° Sordo 60; 8° Suninen 54; 9° Evans 53; 10° Paddon 49
 
Questa la classifica del Mondiale Costruttori dopo la 10a prova:
1° Toyota Gazoo Racing 284 punti; 2° Hyundai Motorsport 279; 3° MSport Ford 244; 4° Citroen Abu Dhabi 169.