Giornata di svolte clamorose per il Tricolore Rally 2019, con le notizie che riguardano Craig Breen e Giandomenico Basso, entrambi attesi al via del campionato che scatterà tra poco più di tre settimane con il Rally del Ciocco (che proprio in questi giorni ha aperto le iscrizioni).

L'italiano è pronto a sciogliere le riserve e strappare l'ultimo petalo della margherita per dire sì a Loran: Basso vuole essere della partita, al volante della Skoda Fabia R5 gestita dalla Dp Autosport  gommata Michelin. La stessa vettura che ha permesso a Luca Rossetti di fare centro nelle ultime due stagioni dell'International Rally Cup. 

Destini pronti a incrociasi quelli di Luca e Giandomenico, col primo salito sulla Citroen C3 R5 ufficiale che pareva destinata proprio a Basso e con quest'ultimo, in attesa dell'ufficialità, pronto a ereditare quella Fabia che ha dominato di recente nella serie "alternativa". Per Basso, che sulla R5 céca dovrebbe essere affiancato da Lorenzo Granai, si tratterà di un ritorno a tempo pieno nell'Italiano, vinto già due volte: nel 2007 con la Grande Punto S2000 e nel 2016 con la Ford Fiesta della Brc, battendo - unico a riuscirci dal 2009 al 2018 a parità di vettura - Paolo Andreucci e la Peugeot

Il pilota di Cavaso del Tomba, classe 1973, che in bacheca oltre ai due scudetti bianco rosso e verdi ha allineato pure un titolo nell'Intercontinental Rally Cup (2006), due Europei (2006 e 2009) e due TER(2017 e 2018) dovrà confrontarsi con una concorrenza assai agguerrita, guidata da Luca Rossetti (Citroen Italia) e Simone Campedelli (Ford Fiesta M-Sport Orange), cui proprio oggi si è aggiunto Craig Breen, che disporrà della Skoda Fabia R5 della Metior in alcuni eventi.

Il pilota irlandese, "appiedato" da Citroen alla fine del 2018, è dunque pronto a rimettersi in gioco in Italia, con la R5 gestita dal team elvetico, candidandosi fin da ora come punto di riferimento per tutti.