Due chilometri e duecento metri. Tre giri appena nel toboga ricavato sul lungomare di Forte dei Marmi. Un aperitivo, buono per riaccendere i motori del Campionato Italiano Rally che riparte come tradizione dal Ciocco e che mai come in questa edizione promette sfide equilibrate ed esiti incerti.

Il primo round, che di classifica ne fa pochina ma che comunque è buono per la statistica, se lo sono aggiudicati Simone Campedelli e Tania Canton, con la Ford Fiesta R5 della M-Sport tinta d'arancione. Il romagnolo, da molti indicato come favorito per il primo atto de Cir, è subito partito col piede giusto. Ha fatto meglio di Andrea Crugnola (Volkswagen Polo R5), ma soprattutto ha messo dietro tutto il resto della truppa. 

Secondo tempo, a soltanto 3 decimi, per Stefano Albertini e Danilo Fappani, appena ritornati insieme nel Tricolore e subito decisamente in palla. Il bresciano ha battuto Giandomenico Basso e Lorenzo Granai, terzi a 9 decimi, davanti a al finlandese Emil Lindholm (Hyundai i20 R5) e al nostro Giacomo Scattolon (Skoda Fabia) appaiati a 1"1 dalla vetta. 

Più indietro altri protagonisti assai attesi: Craig Breen è sesto, mentre Crugnola ha chiuso ottavo e Luca Rossetti - attento a non commettere errori all'esordio con la Citroen C3 R5 - addirittura decimo. Ma la gara vera sarà comunque domani, con quasi 150 km di speciali su strade che, per storia e tradizione, restano sempre assai insidiose. 

La classifica del 42. Rally del Ciocco dopo la prima prova speciale: 1. Campedelli-Canton (Ford Fiesta R5) in 2'04"6; 2. Albertini-Fappani (Skoda Faia R5) a 0"3; 3. Basso-Granai (Skoda Fabia R5) a 0"9; 4. Scattolon-Nobili (Skoda Fabia R5) a 1"1; 5. Lindholm-Korhonen (Hyundai i20 R5) a 1"1.