La partenza è in programma questa sera alle 19, nella splendida cornice di Castel Sant'Angelo, cui farà seguito l'altrettanto splendida parata attraverso il centro storico di Roma, ma protagonisti e comprimari della 7. edizione del Rally di Roma Capitale, valido per il Campionato Europeo e per il Tricolore, hanno già iniziato a fare sul serio. 

Gli iscritti alla serie continentale - fra cui anche i top driver dell'Italiano - questa mattina hanno infatti già fatto a botte col cronometro, nella Qualifying Stage di Fumone. Lungo i poco più di 4 km utilizzati per determinare l'ordine di partenza della prima tappa, Nicolay Gryazin ha messo la sua Skoda Fabia R5 davanti a tutti. Il 21enne pilota russo ha preceduto per un 193 millesimi appena il nostro Andrea Crugnola (anche lui in questa occasione al via con una Fabia) di 727 Luca Rossetti con la Citroen C3 ufficiale e di 1"062 il polacco Lucasz Habaj.

Doccia fredda invece per Simone Campedelli, che qui porta in gara la nuova Ford Fiesta R5, trovato di 2 kg sottopeso (nella misurazione effettuata con equipaggio a bordo) nel parco chiuso dopo la prova di qualificazione. Un peccato veniale, che il collegio degli steward ha deciso di sanzionare con 5" di penalità, che hanno fatto scivolare il pilota italiano dal 13. al 17. posto, fuori dunque dal gruppetto di 15 che nella cerimonia al Campidoglio avrà la possibilità di scegliere la posizione di partenza per la tappa di domani. Tra loro di sarà invece Giandomenico Basso, attuale leader del Campionato Italiano e autore del quarto tempo stamattina.