Parlavamo ieri di come l’ordine di squadra fra le Mini di non rischiare più, avesse di fatto “congelato” le posizioni in classifica; ma allo stesso tempo di come una gara come la Dakar, soprattutto in questa difficile edizione 2014, non permettesse alcuna sicurezza. Come volevasi dimostrare, anche la tappa fra El Salvador e La Serena, la penultima con i suoi 699 km complessivi e 350 km di prova speciale, ha riservato delle sorprese ai protagonisti Stephane Peterhansel, Nasser Al Attiyah e Nani Roma, giunti nell’ordine dopo che il pilota del Qatar ha commesso un errore di navigazione mentre lo spagnolo ha forato ed è rimasto pure bloccato da una duna. Il tutto mentre nessuno dava l’impressione di viaggiare di conserva, almeno inizialmente... Di fatto, con questa vittoria e lo scarto di quasi 6 minuti su Roma, ora Peterhansel si ritrova a guidare la classifica per soli 26 secondi! A questo punto anche i soli 157 km dell’ultima prova speciale, quella posta lungo i 535 km complessivi che separano La Serena dal traguardo finale di Valparaiso, diventano importantissimi per non dire fondamentali, e sarà da vedere quanto i piloti si tratterranno visto che tutta la gara si gioca qui. Oltretutto, sfruttando un passo falso di Orlando Terranova stavolta solo 9°, Giniel De Villiers ha recuperato la quarta posizione generale mettendo la sua Toyota fra cinque Mini. «Ho iniziato in quarta posizione - ha dichiarato a fine tappa Peterhansel - e non so bene cosa sia successo, ma gli altri non andavano molto forte, tranne Nasser che partiva dietro di me e mi ha raggiunto dopo un centinaio di chilometri. L’ho lasciato passare, e poi abbiamo raggiunto anche Nani, penso che avesse una foratura perché era davvero lento. Alla fine mi sono anche fermato per fargli capire che poteva passare, ma non voleva essere lui ad aprire la strada sulle dune. Così sono stato davanti e ho finito con molta calma». Nella foto vediamo infatti una fase in cui i piloti stanno guidando "a vista" l'uno dell'altro. Intanto si è venuti a sapere del ritiro dalla gara della PanDakar di Verzelletti e Cabini, per la rottura di un mozzo nel corso dell'undicesima tappa: purtroppo manca il ricambio. Dunque non sarà possibile coronare il sogno di vedere il traguardo finale, anche se resta la consolazione di non essere mai arrivati così avanti nelle precedenti Dakar. Classifica della dodicesima tappa: 1. Peterhansel-Cottret (Mini) in 3.38’19”; 2. Al Attiyah-Cruz (Mini) a 3’38”; 3. Roma-Perin (Mini) a 5’58”; 4. De Villiers-Von Zitzewitz (Toyota) a 10’48”, 5. Holowczyc-Zhiltsov (Mini) a 18’06”. Classifica generale: 1. Peterhansel-Cottret (Mini) in 48.45’45”; 2. Roma-Perin (Mini) a 0’26”; 3. Al Attiyah-Cruz (Mini) a 54’07”; 4. De Villiers-Von Zitzewitz (Toyota) a 1.21’13”; 5. Terranova-Fiuza (Mini) a 1.27’57”. Maurizio Voltini CARTE12