Arrivano le prime vere difficoltà per i concorrenti della Dakar edizione 2017, nella terza tappa che si snoda da San Miguel de Tucuman a San Salvador de Jujuy. Sono 780 km di stage dei quali 364 cronometrati, quindi un maggior chilometraggio di PS rispetto alle due giornate precedenti. Ma la difficoltà non è tutta qui: in questa occasione, infatti, si affronteranno i primi veri passaggi off-road (anziché le veloci piste sterrate di ieri) e ciò potrebbe favorire il ritorno delle vetture 4x4 come la Toyota di Al Attiyah rispetto alle Peugeot a trazione posteriore come quella del leader di classifica Loeb. Fra i due, ricordiamo, vi sono solo 28 secondi di scarto al momento. 

La tappa sarà caratterizzata anche da guadi e soprattutto da un forte incremento di altitudine: dai 1800 metri della località di partenza, si arriverà infatti fino a 5000 metri in prossimità del San Martin, per poi scendere all'arrivo a quota 3800. Uno sbalzo che metterà a dura prova la resistenza fisica e la lucidità dei piloti, che dovranno essere in grado di tenere altissima la soglia di attenzione se non vorranno incappare in spiacevoli disavventure. A testimonianza della difficoltà e della selettività di questo stage, il fatto che ai truck ne sarà risparmiata gran parte: "solo" 199 km per loro. 

In collaborazione con la redazione Motori di RedBull.com

Segui la Dakar 2017 su Red Bull Tv: dal 2 al 14 gennaio, highlights, approfondimenti e speciali esclusivi

DAKAR 2017 - CLASSIFICA GENERALE AUTO - STAGE 2

1    Loeb-Elena    Peugeot    2h33'31”
2    Al-Attiyah-Baumel    Toyota    +28"
3    Sainz-Cruz    Peugeot    +1'56"
4    De Villiers-Von Zitzewitz    Toyota    +2"05
5    Roma-Haro Bravo    Toyota    +2'56"
6    Al-Rahji-Gottschalk    Mini    +5'12"
7    Peterhansel-Cottret    Peugeot    +7'26"
8    Hirvonen-Perin    Mini    +8'49"
9    Van Loon-Rosegaar    Toyota    +9'36"
10    Dumas-Guehennec    Peugeot    +9'58"