Da Verona: Daniele Sgorbini Uno scratch a testa in una seconda tappa che, con le sue due prove appena, certo non poteva cambiare le cose: nel primo passaggio a Erbezzo è stato Giandomenico Basso a far ruotare le lancette più rapidamente di tutti, in quello dopo è toccato a Umberto Scandola essere il più veloce nell'ultima prova speciale del Tricolore 2015. Nient'altro da dire in una domenica che ha confermato i verdetti del giorno prima e che ripete esattamente il podio già visto al Rally di Roma Capitale: primo Umberto Scandola, secondo Giandomenico Basso e terzo Paolo Andreucci. Un successo perentorio quello di Scandola con la Skoda, che però non gli basta per portarsi a casa il secondo posto in campionato, che resta a Basso per un punto appena. In Peugeot, dopo aver conquistato lo Junior con Tassone e l'Assoluto con re-Ucci, hanno ancora di che far festa per il nono titolo Costruttori, cui qui ha contribuito pure la quarta piazza del campione italiano under 25. Quinta piazza finale e Trofeo Indipendenti per Fabrizio Andolfi Junior, che ha chiuso davanti a Luca Rossetti. Il friulano è stato di gran lunga il migliore tra le Clio R3T, ma non gli è bastato per far suo l'Italiano Produzione, andato a Ivan Ferrarotti. La classifica finale del Rally Due Valli Scandola-D'Amore (Skoda Fabia R5) in 1.43'13"5; 2. Basso-Granai (Ford Fiesta Ldi) a 34"6; 3. Andreucci-Andreussi (Peugeot 208 T16) a 1'10"4; 4. Tassone-Michi (Peugeot 208 T16) a 3'53"3; 5. Andolfi-Savoia (Ford Fiesta R5) a 4'07"4.