da Alghero: Marco Giordo È stata davvera ricca di colpi di scena la prima tappa del Rally Italia Sardegna 2014, con i ritiri di Hirvonen, Meeke ed Hanninen, una tappa nella quale Jari-Matti Latvala (VW Polo R Wrc) è passato in testa dopo le prime quattro speciali della giornata che avevano visto un dominio a sorpresa della Hyundai, e ha tenuto la leadership sino alla fine. Il pilota finlandese è balzato infatti al comando alla fine del quinto crono di Loelle, quando il belga Thierry Neuville (Hyundai i20 Wrc) che era il leader della corsa ha perso quasi venti minuti per un problema ad una sospensione. In seconda posizione dopo una gran rimonta segue a 22”4 il campione del mondo Sébastien Ogier, che ha così completato la doppietta Volkswagen in testa alla corsa. Il driver transalpino ha pagato il fatto di dover passare per primo sulle prove speciali e si appresta a lanciare domani il suo attacco a Latvala. Terza posizione a 33”7 per il norvegese Mads Otsberg (Citroen Ds3 Wrc), autore di una gara molto positiva, e quarto posto assoluto per l’altro norvegese Andreas Mikkelsen (VW Polo) che segue a soli 4” il suo compatriota in classifica. Quinta posizione assoluta invece per il polacco Robert Kubica sulla Fiesta della Msport, autore di una splendida prima tappa in cui ha staccato tempi di rilievo soprattutto nella speciale di Loelle. Da segnalare la nona e decima posizione assoluta dei primi due equipaggi del Wrc 2, rispettivamente il saudita Yazeed Al Rajhi (Ford Fiesta Rrc) , che ha rimontato sull’ultimo crono, passando davanti al driver del Quatar Nasser Al-Attyah (Fiesta Rrc) navigato dall’italiano Giovanni Bernacchini, mentre sull’ultima prova si è fermato Kruuda (Peugeot 208 T16 R5) che era al comando della serie. Il Rally Italia Sardegna è comunque ancora tutto da giocare su altre due tappe ad alta adrenalina. La seconda tappa in programma domani prevede quattro prive speciali, la “Monte Olia” da 19,27 km e la lunga Monte Lerno da 59,13 km, da percorrere due volte. Questa la classifica dopo la 1ª tappa: 1. Jari Matti Latvala – Miikka Anttila (Volkswagen Polo R WRC) 1:49:09.5; 2. Ogier – Ingrassia (Volkswagen Polo R WRC) +22.4; 3. Otsberg – Andersson (Citroen DS3 WRC) + 33.7; 4. Mikkelsen – Floene (Volkswagen Polo R WRC) +37.7; 5. Kubica – Szczepaniak (Ford Fiesta RS WRC) +56.9; 6. Evans – Barritt (Ford Fiesta RS WRC) +1:19.3; 7. Prokop – Tomanek (Ford Fiesta RS WRC) +1:29.0; 8. Solberg – Minor (Ford Fiesta RS WRC) +1:36,9; 9. Al Rhajhi – Orr (Ford Fiesta RRC) +5:15.8; 10. Al Attyah – Bernacchini (Ford Fiesta RRC) 5:19.9.

Dopo la PS 5

Inizio di gara davvero emozionante al Rally Italia Sardegna 2014 con Jari-Matti Latvala (VW Polo R Wrc) che è passato in testa alla corsa dopo le prime quattro speciali della giornata. Il pilota finlandese ha fatto segnare lo scratch a Loelle, ed approfittando dei ritiri di Meeke (Citroen) e Hanninen (Hyundai), e dei problemi accusati da Neuville che ha perso molto tempo nell’ultima speciale, è passato a condurre con 2”2 di vantaggio su Ostberg (Citroen). Il norvegese ha dimostrato la sua buona adattabilità agli sterrati sardi, e si è anche aggiudicato la terza speciale della giornata a Coiluna. Terzo in classifica a 10”1 è Prokop a 10”1, e non è una sorpresa perché il pilota céco in Sardegna è stato più volte protagonista in passato. Quarto è Mikkelsen a 11”8 e quinto a 12”3 lo scatenato Kubica, che ha fatto segnare il secondo tempo assoluto a Loelle, mentre Ogier è sesto a 16”6. Nel pomeriggio i piloti effettueranno il secondo passaggio a Terranova Nord, Terranova Sud, Coiluna e Loelle per ulteriori 79,9 km cronometrati. Questa la classifica dopo 5 speciali: 1. Latvala (VW), 56m 24.4s 2. Ostberg +2.2s 3. Prokop +10.1s 4. Mikkelsen (VW) +11.8s 5. Kubica +12.3s 6. Ogier (VW) +16.6s 7. Evans +19.9s 8. Solberg +27.9s

Dopo la ps 3

Inizio scoppiettante di gara al Rally Italia Sardegna 2014 con le Hyundai i20 Wrc che si sono aggiudicate le prime due speciali della mattinata. Neuville infatti è stato il più veloce a Terranova Nord, subito imitato dal compagno di squadra Hanninen nella speciale di Terranova Sud. I piloti della squadra coreana hanno così approfittato del fatto di partire nelle retrovie, mentre le Volkswagen di Ogier e Latvala sono state penalizzate dal fatto di passare per prime sulle speciali e che per questo motivo, un po’ a sorpresa, non si sono ancora aggiudicate nessuna speciale. Kubica invece ha stupito tutti facendo segnare il terzo tempo assoluto a Terranova Sud. Da segnalare infine che la vettura di Hirvonen si è fermata per un principio di incendio nel trasferimento dopo la ps 3 e si è distrutta. Non potrà continuare la gara. Questa la classifica generale dopo la ps 3: 1. Hanninen in 24’16”5 2. Neuville a 0”4 3. Prokop a 9”1 4. Mikkelsen a 10”1 5. Evans a 10”6 6. Hirvonen a 11”6 7. Meeke a 15”7 8. Ostberg a 16”3 9. Latvala a 16”5 10. Ogier a 17”9 12. Kubica a 21”6

Dopo la ps 1

Da Alghero: Marco Giordo Esame passato a pieni voti dalla super speciale di Cagliari, trasmessa in diretta tv giovedì sera in 150 paesi e vinta da Mikko Hirvonen, che sulla Fiesta Wrc ha fatto segnare il tempo di 1'19"1 precedendo di due decimi Neuville e Ogier. Sono stati stimati infatti in 70.000 i tifosi presenti attorno al tracciato su asfalto di 1.30 km, ricavato nell'area portuale del capoluogo della Sardegna. Soddisfatto era soprattutto Oliver Ciesla della Wrc Promoter. "E' la dimostrazione che abbiamo fatto la scelta giusta - ha dichiarato - perché Cagliari ha risposto con grande entusiasmo come ci aspettavamo. Abbiamo portato il rally in città vicino alla gente, e la nostra scelta e' stata premiata dalla risposta del pubblico, che ha mostrati in tv a tutto il mondo la passione italiana per i rally". Unico inconveniente è stata una sospensione per 15 minuti decretata dalla polizia per evacuare un gruppo di spettatori, mal posizionati sul tetto di una casa prospiciente l'area portuale. Questa la classifica dopo la ps1: 1. Hirvonen, 1m 19.1s 2. Neuville +0.2s 3. Ogier (VW) +0.2s 4. Hänninen +1.2s 5. Latvala (VW) +1.7s 6. Meeke +1.7s 7. Evans +1.8s 8. Mikkelsen (VW) +1.8s 9. Solberg +2.1s 10. Ostberg +2.6s Tra gli iscritti al Campionato Italiano e al Trofeo Terra il più veloce è risultato Umberto Scandola con la Skoda Fabia S2000. 1. Scandola/D'Amore 1'20"9 2. Basso/Granai +2"1 3. Andreucci/Andreussi +2"2 4. Nucita/Princiotto +2"7 5. Ricci/Agostinelli +4"7* 6. Travaglia/Ciucci +4"9* 7. Albertini/Mazzetti +6"1 8. Campedelli/Fappani +7"1 9. Gianfico/Mongillo +7"4* 10. Trentin/De Marco +8"9*