Da Jyväskylä (Finlandia): Marco Giordo Inizia domani ad Jyväskylä la 64° edizione del Neste Oil Rally Finland, il rally per antonomasia per gli appassionati di questa specialità. L’idolo di casa Jari-Matti Latvala è l’osservato speciale della “Jyväskylän Suurajot”, il pilota finlandese parte infatti con l’obbiettivo di battere il leader del mondiale, il suo compagno di squadra Sébastien Ogier, in una gara che ormai parla francese da ben tre anni. Un vero e proprio record negativo per i piloti di casa vincitori per ben 52 volte su 63, a causa delle due vittorie consecutive ottenute da Loeb nel 2011 e 2012 sulla Citroen Ds3 Wrc, e di quella di Ogier dello scorso anno sulla VW Polo R Wrc. La battaglia sulle spettacolari prove speciali della Finlandia Centrale (Keski Suomi) si preannuncia quindi come da tradizione incerta e ricca di emozioni, in un rally che si giocherà come sempre sul filo dei secondi. Oltre a quelle di Latvala e Ogier, saranno da seguire anche le performance di Mikkelesen sulla terza Polo, di Hirvonen sulla Fiesta Wrc della MSport, e delle Citroen Ds3 Wrc ufficiali affidate ad Ostberg e Meeke. Kubica invece sulla Fiesta potrebbe rivelarsi un outsider di lusso dopo la splendida prova dello scorso anno, così come Neuville ed Hanninen entrambi alla guida delle due Hyundai i20 Wrc ufficiali. Sono 81 gli equipaggi iscritti al Rally di Finlandia, oltre a ben 16 Wrc spiccano le presenze nel Wrc 2 di Tanak e Ketomaa (Ford Fiesta R5) grandi protagonisti in Polonia, e poi quelle di Al Rajhi (Ford Fiesta Rrc), Chardonnet (Citroen ds3 R5) e Kruuda (Peugeot 208 R5), mentre Lorenzo Bertelli pur essendo iscritto su Ford Fiesta R5 non prenderà punti per il campionato. Nello Junior invece sulle Citroen Ds3 R3T saranno della partita i migliori della serie, cioè il francese Lefebvre, il tedesco Riedemann, lo slovacco Koci, l’altro transalpino Giordano ed il nostro Simone Tempestini, ai quali si aggiungerà il promettente finlandese Teemu SuninenNel Drive DMACK Fiesta Trophy il giovane idolo di casa Max Vatanen dovrà vedersela soprattutto contro il leader della serie, l’éstone Sander Parn. Infine tra gli iscritti alla gara finlandese figurano altri quattro italiani, vale a dire l’onnipresente Fabrizio De Sanctis, Giovanni Manfrinato, Marco Vallario e Mario Pizzuti con Max Rendina stavolta in veste di navigatore. Si invertono così i ruoli nell’equipaggio romano, nel tentativo di cercare di prendere punti importanti per contrastare un’eventuale rimonta dell’argentino Alonso nella scalata al titolo Produzione. Sono 26 le speciali in programma nella 64a edizione del Neste Oil Rally Finland per complessivi 360,82 km cronometrati, 36 km in più rispetto all’edizione del 2013. La gara inizierà domani alle 8 del mattino con lo shakedown di Laajavuori. Poi nel pomeriggio ci sarà una semitappa di 4 speciali, per complessivi 59,54 km cronometrati, che include dopo ben 15 anni la speciale cittadina di Harju di 2,2 km. In serata i piloti e le vetture rientreranno ad Jyväskylä nella super collaudata location del Paviljonki, dove sarà ospitato come d’abitudine il parco assistenza. Venerdì 1° agosto la gara riprenderà con 9 speciali per complessivi 132,38 km cronometrati, con le prime due nuove prove ricavate nella zona di Tampere, vale a dire quelle di Pihlajakoski (14,10 km) e Päijälä (23 km), seguite da quella di 20,50 km di Kakaristo (in pratica Ouninpohja in versione corta), e Painaa (7,49 km). Nel pomeriggio poi la ripetizione delle 4 speciali con gran finale in serata sui 2,20 km del crono di Harju. Sabato 2 agosto la terza giornata che prevede 131,60 km cronometrati e 10 prove speciali, vale a dire quelle di Mokkipera (13,50 km) e Jukojarvi (21,90 km), seguite da quelle di Surkee (14,95 km), Himos (4,45 km) e Leustu (11 km). Infine domenica 3 agosto la tappa finale di complessivi composta da tre crono per un totale di soli 37,30 km cronometrati, quello lungo 23,10 km di Myhinpää e i due passaggi sui 7,10 km sul classico crono ricco di salti di Ruuhimäki, che ospiterà anche la power stage finale.