da Alghero: Marco Giordo “Domani cercheremo di ripetere la buona prestazione di oggi. Ho perso un po’ del mio vantaggio per una foratura sull’ultima prova, ma sono comunque davvero contento. Le prove della seconda tappa avranno caratteristiche diverse, saranno più veloci, ma proveremo a difendere la leadership. Le prove speciali lunghe francamente non mi spaventano: a casa mia in Nuova Zelanda ho già disputato rally su distanze impegnative, per cui non sarà un problema”. Questo il commento dell’uomo del giorno, il 28enne pilota della Hyundai Hayden Paddon, strepitoso protagonista della prima giornata di gara in Sardegna. Alle sue spalle distanziati di 8”8 e 25”8 hanno chiuso rispettivamente i due alfieri della Volkswagen Ogier e Latvala. Il finlandese ha perso tempo prezioso a causa di una foratura al km 9 della nona speciale, mentre Ogier ha corso all’attacco perché partiva per primo ed alla fine la sua condotta di gara è stata premiata. Dei 53 equipaggi partiti ben 13 si sono fermati, e tra le vittime illustri sono da segnalare Meeke, Kubica, Mikkelsen e anche Sordo, che quando era quarto assoluto si è dovuto fermare dopo l’ultima speciale per aver aperto una ruota. Nel Wrc 2 guida il nostro Andreucci (Peugeot) davanti a Kremer (Skoda), ed anche il Wrc 3 parla tricolore con il varesino Crugnola (Renault) che guida davanti al finlandese Suninen e al savonese Andolfi. Domani è “the long day” con ben 212 km cronometrati suddivisi in 9 speciali. Questa la classifica dopo la prima tappa: 1. Paddon (Hyundai), 1h 35m 08.5s 2. Ogier (VW) +8.8s 3. Latvala (VW) +25.8s 4. Tänak (Ford) +57.1s 5. Ostberg (Citroen) +1m 50.4s 6. Neuville (Hyundai) +1m 51.7s 7. Sordo (Hyundai) +1m 59.5s 8. Prokop (Ford) +2m 10.3s 9. Bertelli (Ford) +4m 07.7s 10. Evans (Ford) +4m 17.9s

Paddon a sorpresa dopo 5 PS

paddon“Sono sorpreso, non mi aspettavo di finire in testa la prima parte della tappa. Avevo 4 gomme hard e 2 soft, una scelta azzeccata, devo dire che ho veramente un grande feeling con gli sterrati della Sardegna”. A parlare così è il “kiwi” Hayden Paddon, il 28enne pilota neozelandese della Hyundai che sulla i20 Wrc della casa coreana si è aggiudicato ben tre delle quattro speciali disputate questa mattina (la quarta è andata a Ogier). E così il driver del team di Nandan ha chiuso con un vantaggio di ben 23” su Latvala e di 25”1 su Ogier (entrambi su VW Polo) la prima mattinata di gara, con le due Hyundai dei suoi compagni di squadra Sordo e Neuville quarta a 35” e quinta a 39”, a testimonianza della brillante prova di Paddon. Decimo è il nostro Bertelli (Ford Fiesta) e parlano italiano anche il Wrc 2 e il Wrc 3, con Paolo Andreucci (Peugeot 208 R5) e Fabio Andolfi (Peugeot 208 R2) che sono in testa in queste due categorie, un bel segnale per il rallismo tricolore. Da segnalare poi che si sono fermati Meeke, Kubica e Mikkelsen, tutti poer un’uscita di strada. Nel pomeriggio i piloti effettueranno il secondo passaggio sulle speciali per ulteriori 74 km cronometrati.

Questa la classifica dopo 5 speciali:

1. Paddon, 46m 30.9s 2. Latvala +23.0s 3. Ogier +25.1s 4. Sordo +35.0s 5. Neuville +39.0s 6. Tänak +41.4s 7. Prokop +1m 12.4s 8. Ostberg +1m 29.2s 9. Lappi +1m 48.0s 10. Bertelli +2m 07.1s