Il mondiale rally si prepara a cambiare radicalmente volto. Dal 2017 un nuovo regolamento tecnico modificherà profondamente le caratteristiche e l’aspetto delle auto impegnate nel WRC. C’è chi, come Citroen, si è presa un anno sabbatico per lavorare allo sviluppo del nuovo progetto, occasione da non mancare per provare a cambiare equilibri consolidati negli ultimi anni, che vedono Volkswagen dominare con la Polo R. La stabilità regolamentare ha da un lato aiutato a conservare il vantaggio sulla concorrenza, dall’altro ha permesso di intervenire di anno in anno con evoluzioni mirate, senza necessari stravolgimenti. Proprio da Wolfsburg arriva il primo sguardo su quella che sarà la veste estetica futura. Un bozzetto tratteggia le linee della Polo R WRC 2017, mettendo in evidenza quanto si faccia più aggressiva rispetto a oggi la carrozzeria. D’altronde, era uno degli obiettivi alla base del nuovo regolamento, deliberato nel 2015. Saltano subito all’occhio le diverse proporzioni del frontale, con un labbro sul paraurti molto più pronunciato e ampio. Diversa è anche la forma data alla fiancata, nel raccordo tra i passaruota, con minigonne estese. Al posteriore, ala rivista nel posizionamento e nelle dimensioni, visto che sarà più grande di quella permessa oggi. Più libertà sulla carrozzeria, restando entro misure che prevedono una larghezza di 1.875 millimetri e una lunghezza complessiva di almeno 3 metri e 90 centimetri. Look a parte, le novità fondamentali non mancano sotto la carrozzeria. Si parte da una strozzatura sull’aspirazione maggiorata, 3 millimetri di diametro in più (36 mm il nuovo restringimento) che agevolano l’incremento di potenza del motore turbo, oggi accreditato di 318 cavalli e tra un anno atteso alla soglia dei 380 cavalli, grazie anche all’incremento della pressione di sovralimentazione, fino a 2,5 bar assoluti. Si apre la porta, poi, alla presenza di un differenziale centrale a controllo elettronico, con evidenti ripercussioni sulla trasmissione della coppia alle ruote, elementi ai quali sommare un corpo vettura alleggerito da 1.200 a 1.175 kg, nuovo peso minimo imposto dalla FIA. «Come sempre, stiamo lavorando attentamente allo sviluppo della prossima generazione di Polo R WRC. La chiave tra l’attualità e l’avvio della prossima stagione sarà nel raggiungere i migliori requisiti perché la Polo R WRC 2017 possa ottenere tanti successi (89% è la percentuale di vittorie sulle partecipazioni iridate; ndr) quanti ne hanno ottenuti le sue due antenate», il commento di Jost Capito, direttore di Volkswagen Motorsport, in predicato di passare alla McLaren-Honda nei prossimi mesi. Fabiano Polimeni