Sébastien Loeb al volante della Citroen C3 Wrc è passato oggi in testa al Rally del Messico, dopo aver vinto la prima speciale di Guanajuatito (30,97 km) disputata questo pomeriggio. Il “Cannibale” ha poi resistito al ritorno sia di Dani Sordo (Hyundai) che di Kris Meeke (Citroen) vincitore a Otates (26,37 km) e Sébastien Ogier (Ford) primo a El Brinco (9,98 km) chiudendo da leader la prima parte della seconda tappa.

L’Imperatore Loeb guida infatti ora la gara messicana con 2”9 su Sordo e 15”5 su Meeke e Ogier. Sarà davvero interessante la battaglia che finirà nella notte italiana tra questi quattro piloti, che si giocheranno la leadership gara nella ripetizione dei crono di Guanajuatito, Otates ed El Brinco seguiti dalle due speciali all’autodromo di Leòn (2,30 km) e dalla Street Stage di Leòn (1,11 km). Da segnalare il ritiro di Tanak, che era terzo, per problemi al motore della sua Toyota, mentre Mikkelsen ha perso terreno prezioso ed è quinto davanti al leader del mondiale Thierry Neuville (Hyundai), sempre attardato dal fatto di passare per primo sulle speciali.

Da segnalare poi che nel Wrc 2 guida con largo margine lo svedese Pontus Tidemand (Skoda Fabia R5) davanti al britannico Greensmith (Ford Fiesta R5). L’ultima tappa in programma domani è lunga 46,46 km cronometrati e prevede tre sole prove speciali, quella di Alfaro (24,32 km) e i due passaggi a Las Minas (11,07 km) che alle ore 19.18 italiane sarà valida come power stage, trasmessa in diretta tv su FOX Sports dalle 19.

Questa la classifica a metà della seconda tappa del Rally del Messico dopo 13 prove speciali:

1. Loeb in 2.34’48”5

2. Sordo a 2”9

3. Meeke e Ogier a 15”5

5. Mikkelsen a 1’05”2

6. Neuville a 4’08”6

7. Tidemand a 6’53”4

8. Greensmith a 11’08’’4

9. Latvala a 15’30’’5

10. Heller a 16’41”4