Giovedì prossimo parte da Gap nell’Alta Savoia l’edizione 2019 del mondiale rally con l’87a edizione del Rally di Montecarlo, il cui percorso è composto da 16 prove speciali, una in meno dello scorso anno. La prova monegasca sarà anche più corta di 64,76 km, la gara misura infatti 323,83 km cronometrati contro i 388,59 del 2018. Giovedì mattina alle 10 le ostilità avranno inizio con lo shakedown di Gap di 3,35 km, mentre la partenza sarà data alle ore 18.50 sempre da Gap.

La prima semitappa Gap-Gap di 41,35 km sarà composta da due nuove speciali, quelle in notturna di La Breole-Selonnet (20,76 km) e Avançon-Notre Dame du Laus (20,59 km). Venerdì la seconda tappa Gap-Gap prevede 125,12 km cronometrati per complessive 6 prove speciali, vale a dire i crono di Valdrome-Sigottier (20,04 km), Roussieux-Laborel (24,05 km) e Curbans-Piegut (18,47 km) ripetute due volte.

Sabato poi la terza tappa Gap-Monaco è composta da un totale di 93,38 km cronometrati suddivisi in 4 speciali, cioè quelle di Agnieres en Devoluy-Corps (29,82 km) e St Leger les Melezes-La Batie Neuve (16,87 km) da ripetersi due volte. Infine domenica la tappa finale Monaco-Monaco con 63,98 km cronometrati con 4 prove speciali, vale a dire due passaggi sul Col de Turini nel classico crono di La Bolléne Vésubie-Peira Cava (km 18,41), e due sulla power stage di Cabanette-Col de Braus (km 13,58) trasmessa in Italia in diretta alle ore 12.18 dalla web tv DAZN.

84 AL VIA. Sono 84 gli equipaggi iscritti alla gara monegasca con al via 11 Wrc Plus, confermata la presenza di tutti i principali top driver del momento sulle velocissime top della categoria, in primis dei due campionissimi Sébastien Ogier al ritorno sulla Citroen C3 e Sébastien Loeb al suo esordio sulla Hyundai i20. Ci saranno poi 3 Wrc 2 Pro al via, 7 Wrc2 e 2 vetture in classe GT.

Nel nuovo Mondiale Wrc 2 Pro sarà interessante la sfida tra la Skoda Fabia R5 ufficiale di Kalle Rovanpera, la Ford Fiesta R5 della MSport di Gus Greensmith e la Citroen C3 R5 ufficiale di Yoan Bonato. Da seguire poi nel Wrc 2 le prove di Ole Christian Veiby e Nicolas Ciamin sulla VW Polo GTI R5, e in veste di outsider del promettente francese Adrien Fourmaux (Ford Fiesta R5), del belga de Mevius (Citroen C3 R5) e del nostro “Pedro” (Hyundai i20 R5). In classe GT ci sarà il campione del mondo Wrc 3 Enrico Brazzoli (Abarth 124 Spider), da seguire anche la gara di Mauro Miele (Citroen Ds3 Wrc) e di alcuni importanti outsider non iscritti stavolta al mondiale Wrc 2 come il francese Sarrazin (Hyundai i20 R5), Andrea Nucita (Hyundai i20 R5), Manuel Villa e Burri (entrambi su Skoda Fabia R5). In totale sono 21 gli equipaggi italiani iscritti alla corsa del Principato, veramente tanti, un chiaro segnale che il fascino del “Monte” rimane decisamente immutato nel tempo per il rallismo tricolore. Marco Giordo