Con l’incognita delle temperature in salita durante la settimana di poco al di sopra dello zero, che potrebbero sciogliere in buona parte la neve presente presente sul percorso, il Rally di Svezia si appresta a prendere il via. Sono 63 gli iscritti alla 67a edizione della prova scandinava, 4 in meno dello scorso anno. Tra loro spicca la presenza dei due volte campioni del mondo Marcus Gronholm e Timo Rautiainen, al volante di una quarta Toyota Yaris Wrc, un ritorno che arriva dopo ben nove anni dalla loro ultima apparizione iridata. Le Ford Fiesta Wrc al via saranno ben cinque vista la presenza dei nostri Bertelli-Scattolin e del finlandese Janne Tuohino, e così in totale grazie alla presenza di due Citroen C3, tre Hyundai i20 e quattro Yaris, saranno ben 14 le Wrc Plus in gara. Sono invece 5 gli equipaggi iscritti nel Wrc 2 Pro, oltre a Greensmith (Ford Fiesta R5) e Kalle Rovanpera (Skoda Fabia R5) ci sarà l’esordio stagionale di Mads Ostberg (Citroen C3 R5),del finlandese Pietarinen (Skoda) e del polacco Pieniazek (Ford), con 17 partecipanti al via nel Wrc 2 tra cui gli italiani Tamara Molinaro e Lorenzo Granai su Citroen C3 R5 e per terminare ben 13 piloti iscritti allo Junior. Tra loro l’unico italiano in gara è il pilota di ACI Team Italia Enrico Oldrati navigato da Elia De Guio. La serie iridata riservata agli under 28 sulle nuove Ford Fiesta R2 EcoBoost gommate Pirelli, prende infatti il via in Svezia con la prima delle cinque prove stagionali, le altre saranno Corsica, Sardegna, Finlandia e Galles.

 

COSI’ LA GARA. Gli organizzatori del “Rally Sweden” hanno confermato dopo il successo delle ultime due edizioni la sede della gara nel nord del Varmland a Torsby, con la location del parco assistenza ubicata 100 km a nord di Karlstad. L’edizione 2019 prevede 316,80 km cronometrati suddivisi in tre tappe e 19 prove speciali, ed  inizierà giovedì con lo shakedown di Skalla (6,86 km), seguito in serata alle ore 20.08 dalla classica super speciale d’apertura all’ippodromo di Karlstad (1,90 km) trasmessa in Italia live da DAZN, dopo la quale i piloti  rientreranno a Torsby. Venerdì la prima tappa prevede un totale di 137,41 km cronometrati, con il classico sconfinamento in Norvegia e la disputa di tre speciali ripetute due volte a Hol-Finnskog (21,26 km), Svullrja (24,88 km) e Rojden (18,10 km), per terminare poi la giornata con il crono di Torsby (8,93 km). Sabato invece si disputeranno un totale di 126,18 km cronometrati suddivisi in sei speciali, che saranno le classiche ripetute due volte di Rammen (23,13 km), Hagfors (23,40 km) e Vargasen (la prova del salto di Colin Crest trasmessa live da DAZN alle 9,30 e alle 15) di 14,21 km, a cui si aggiungerà in serata la ripetizione della super speciale di Karlstad ed il crono di Torsby Sprint (2,80 km). Infine domenica ci sarà la tappa finale di soli 51,31 km cronometrati composta da sole tre speciali, vale a dire due passaggi a Likenas (21,19 km) seguiti dalla power stage di Torsby (8,93 km) che verrà trasmessa in diretta da DAZN

Segui la seconda tappa del WRC in scena in Svezia su DAZN