I colpi di scena non sono mancati a Guanajuato tra ieri sera e stanotte, quando alle 3 del mattino ora italiana si è corsa la superspeciale cittadina di Guanajuato. Nello shakedown lungo 5,31 km di Llano Grande vinto allo sprint nella serata di ieri da Kris Meeke (Toyota) davanti alle tre Hyundai di Mikkelsen, Neuville e Sordo, il leader del mondiale Ott Tanak si è infatti dovuto fermare in prova speciale nel primo passaggio subito dopo un guado per un problema ad un sensore della sua Yaris. Da segnalare anche qualche problema al motore per Neuville.

Più tardi si è corsa alle 3 di notte italiane la classica super speciale d’apertura di Guanajuato lunga 1,14 km, ambientata tra le caratteristiche stradine della cittadina messicana. Con un inaspettato colpo di scena, nel finale il crono è stato sospeso dai commissari sportivi dopo il passaggio della Citroen di Lappi, che con un tempo di 1’00”6 è stato il più veloce di tutti precedendo di un decimo Mikkelsen e di sei decimi Meeke ed Evans. Come comunicato dagli organizzatori messicani il salto (tra l’altro abbastanza pericoloso) posto in prossimità dell’arrivo si era danneggiato (nella foto il “jump” di Lappi), e non poteva essere riparato in tempo. E così gli stewards attribuivano ai piloti delle ultime tre Wrc Plus non partite, vale a dire Ogier, Neuville e Tanak, lo stesso tempo di Meeke ed Evans di 1’01”2, riservandosi però la possibilità di annullare la speciale.

8 LE SPECIALI ODIERNE Quando in Italia sarà sera partirà la prima tappa della “carrera mexicana”, che è possibile seguire in diretta web su WRC.com, che prevede 8 speciali per un totale di 114,59 km cronometrati. Si inizia subito alle ore 17.18 ora italiana con il classico crono di El Chocolate di 31,57 km (due anni fa era lungo ben 54,90 km), e con il crono in altissima quota di Ortega di 17,28 km. Dopo la Street Stage di Leòn (1,11 km), nel pomeriggio dopo aver effettuato l’assistenza, i piloti ripeteranno le due prove disputate al mattino seguite dal crono di Las Minas (10,72 km) e poi da due passaggi nella prova di 2,30 km dell’autodromo di Leòn, l’ultimo dei quali è in programma alle 2 di notte ora italiana. La seconda tappa di domani sarà invece composta da 8 crono per complessivi 138,37 km cronometrati, mentre l’ultima tappa di domenica, lunga 60,17 km cronometrati, prevede tre speciali tra cui la power stage di Las Minas (11,07 km), trasmessa in diretta tv in Italia su DAZN alle ore 19.