Anche nella seconda tappa è continuata la supremazia di Ott Tanak e della sua Toyota Yaris sugli sterrati cileni, con il pilota éstone che ha allungato sui suoi avversari. Dopo che le Hyundai di Neuville e Loeb si erano aggiudicate le prime due speciali di Rio Lia e Maria Las Cruces, Tanak è stato il più veloce a Pelun e guida ora la corsa con un vantaggio di 34”6 su Ogier con Latvala terzo a 51”0 e con Loeb alle sue spalle a solo 1”1 dal finlandese.

“La differenza non è molto ampia – ha dichiarato Tanak a metà giornata – mi trovo comunque bene perché sto guidando pulito proprio come piace a me”.

Da segnalare il tonneau di Meeke nella prima speciale di Rio Lia che gli è costato ben sei minuti, e poi soprattutto il capottamento di Neuville a metà della speciale di Maria Las Cruces, un brutto incidente davvero, conclusosi fortunatamente senza conseguenze per il pilota belga ed il suo navigatore.

Anche il nostro Bertelli, che è ora 12° assoluto, ha avuto un leggero capottamento senza troppe conseguenze nel crono di fine mattina a Pelun, ed ha potuto così continuare la sua gara. Nel Wrc 2 Pro Rovanpera (Skoda) è sempre primo davanti a Ostberg, mentre il pilota locale Alberto Heller è sempre il leader nel Wrc 2 seguito dal giapponese Katsuta. La seconda tappa prevede nel pomeriggio cileno altri 60,58 km cronometrati con ancora 3 speciali da disputare, vale a dire il secondo passaggio a Rio Lia (20,90 km), Maria Las Cruces (23,09 km) e Pelun (16,59 km).

Domani ci sarà la tappa finale di 58,38 km cronometrati che prevede 4 crono, quelli di Lircay (18,06 km) e San Nicolàs (15,28 km) ed i due passaggi sulla speciale di Bio Bio (12,52 km) che nel secondo crono ospiterà la power stage trasmessa dalle ore 17 in diretta in Italia su DAZN.

Questa la classifica a metà della seconda tappa dopo 9 speciali:

1. Tänak in 2h02:46.7
2. Ogier +34.6
3. Latvala +38.5
4. Loeb +52.1
5. Evans +1:11.7
6. Suninen +2:45.8
7. Lappi +2:58.1

8. Mikkelsen +3:20.9