1 di 13

Addio a Scaramelli, il meccanico di Lauda e Villeneuve

E’ scomparso uno dei capomeccanici storici della Scuderia Ferrari: vinse il mondiale con Scheckter e visse gli ultimi giorni di Villeneuve. L’ultimo omaggio a Paolo Scaramelli nel maggio 2012, quando Jacques Villeneuve girò a Fiorano con la “sua” Ferrari 312 T4. O meglio quella del padre Gilles, di cui Scaramelli visse gli ultimi giorni. Toccò a lui andare Enzo Ferrari, per raccontare al Vecchio com’era morto il grande pilota canadese. Ora anche Scaramelli non c’è più. Come Enzo, come Gilles: se n’è andato un altro pezzo della Scuderia Ferrari che fu. E’ scomparso nella notte tra il 29 e il 30 novembre, portato via da un attacco cardiaco, dopo una cena con l’amico giornalista Leo Turrini. Era stato uno dei più valenti capomeccanici di Maranello e prima di lavorare con Villeneuve aveva contribuito alle vittorie di Scheckter, il sudafricano campione del mondo 1979, e prima ancora ai successi di Niki Lauda.  

Gold Collection