Vince Hamilton, gode Rosberg. È questo il verdetto del primo match ball del partitone che si gioca tutto in casa Mercedes. Lewis riduce a meno 26 il distacco da Nico e ora oltre che a vincere i prossimi tre Gp che chiudono la stagione e magari sperare in qualche défaillance del tedesco. Perché se il risultato di Austin si ripeterà in maniera speculare anche nel prossimo week end a Città del Messico e successivamente a Interlagos e Abu Dhabi; Rosberg sarà comunque campione del mondo.

Non ha regalato grandi sorprese il Gp Usa dove Hamilton ha agguantato la 50esima vittoria in Formula Uno con le Mercedes sui due gradini più alti del podio e Red Bull ancora al terzo posto e davanti alla Ferrari. Una Rossa in crisi d’identità e risultati che insegue ancora la prima vittoria stagionale. Adesso si torna subito in pista nel prossimo week end a Città del Messico, un’altra sfida decisiva nella lotta al titolo, un’altra gara che dirà molte cose per svelare l’identikit del campione del mondo 2016.