La Formula E ripartirà a Berlino, con ben sei gare in nove giorni. Appuntamenti ai quali prenderà parte anche René Rast, nuovo pilota Audi al posto del giubilato Daniel Abt.

F.1, Haas: attenzione ai bilanci, sviluppi in secondo piano

Obbiettivo aiutare Di Grassi

Il licenziamento di Abt è stato il primo nella storia dovuto agli esports. Il tedesco aveva messo un altro al posto suo in una gara virtuale, cosa che non è piaciuta all'Audi che lo ha così licenziato. Il posto vacante è stato affidato a René Rast, pilota tedesco che ha di fronte a sé una bella occasione: se nelle sei corse di Berlino riuscirà a ben impressionare la casa degli Anelli, non è da escludere per lui un contratto per la stagione 2020-2021. L'obbiettivo per Rast è semplice: fare esperienza e commettere meno errori possibili, con la speranza di rubare qualche punto agli avversari del compagno di squadra Lucas Di Grassi. Il brasiliano si trova al momento in quinta posizione in campionato con 38 punti, al pari di Vandoorne, con un ritardo di 29 punti dalla vetta. Difficile recuperare, ma non impossibile. Tra i team invece, l'Audi al momento occupa la sesta posizione con 46 punti, 52 in meno della DS Techeetah prima in classifica.

Formula E Race at Home Challenge: esultano Vandoorne e Mercedes

Chi è René Rast

Rast, classe 1986, è uomo Audi già da molti anni ed ha un curriculum di tutto rispetto. Ha vinto per tre volte la Porsche Supercup (2010, 2011 e 2012), ha vinto l'ADAC Gt Masters nel 2014 ed ha portato a casa anche due titoli nel DTM, precisamente nel 2017 e nel 2019. In Formula E lo abbiamo visto all'opera solo una volta, precisamente nella stagione 2015-16, a Berlino: con il Team Aguri, Rast chiuse al 13° posto in qualifica e poi non fu classificato in gara, con un ritardo di 6 giri. 

F.1, il sindaco Nardella fa sognare il Mugello