Aspettando il ritorno in pista a Tempelhof, con una sfilza di ePrix concentrati tra il 5 e il 13 agosto prossimo, è ancora il mercato piloti a movimentare la Formula E.

Dopo l’annuncio di Abt in pista con NIO e l’arrivo di Lynn in Mahindra, tocca a Jaguar annunciare l’ingaggio di Sam Bird dalla Stagione 7. Il team inglese andrà ad affiancare uno dei veterani della categoria a Mitch Evans, Bird reduce da due stagioni con Envision Virgin Racing, team cliente Audi Sport. Coppia che si preannuncia ben assortita, quella nel box Jaguar, con il neozelandese in corsa per il campionato, secondo con 11 punti di distacco da Antonio felix Da Costa.

Grazie Virgin 

È una risoluzione consensuale del contratto, tra Bird ed Envision Virgin, con il pilota inglese a non dimenticare i trascorsi e la possibilità di ripartire: “Negli anni questa squadra è diventata sempre più come un famiglia per me ed è stata una parte enorme della mia carriera. Molti sapranno come il team e la Formula E abbiano fatto rinascere la mia carriera e per questo sarò eternamente grato”, commenta Bird all’indirizzo di Virgin Racing, con la quale il rapporto prosegue dal 2014, arrivando al miglior risultato in campionato, il terzo posto ottenuto in Stagione 4.

Agag, una sfida mai vista: il papà della F.E si racconta

“Ho così tanti ricordi e momenti importanti, in pista e fuori, ai quali pensare e spero davvero ce ne siano ancora un po’ in arrivo a Berlino, prima di avventurarmi nel prossimo capitolo della mia carriera. Di certo, probabilmente ci sarà una lacrima all’ultima gara”.

Crescita Jaguar promette bene

Ritroverà un costruttore, dopo aver corso con DS per tre campionati. Troverà una Jaguar che da due anni si esprime al meglio con Mitch Evans. “Ho seguito la crescita e i progressi Jaguar nella serie e sono orgoglioso di poter guidare per un marchio britannico iconico con un tale dna di successo nelle corse.

Ho tantissima fame di vittoria e credo che insieme a Mitch potremo ottenere grandi cose per il team e per noi stessi. Dopo Berlino, non vedo l’ora di provare la Jaguar I-Type ed essere nella migliore condizione possibile per la Stagione 7 e le successive”.

Obiettivo titolo

Per la squadra diretta da James Barclay un bel colpo, dopo stagioni nelle quali sul fronte piloti i movimenti sono stati parecchi, dall’interruzione della collaborazione con Piquet Jr fino all’ingaggio, per Stagione 6, di James Calado – a vivere un debutto in Formula E non facile –: “Sin dall’inizio della Formula E, Sam ha dimostrato di essere uno dei migliori piloti del campionato e crediamo che insieme daremo vita ad una grande collaborazione.

Senza dubbio, con Mitch e Sam crediamo di poter avere sulla griglia di partenza una delle più forti squadre di piloti. In un campionato agguerrito come quello di Formula E, è necessario avere due piloti in grado di competere per il podio ad ogni gara. Nella prossima stagione, grazie a Mitch e Sam potremo rivaleggiare con i nostri avversari per aggiudicarci sia il titolo a squadre che quello piloti.”