I primi due giorni di test della Formula E a Valencia corrono via con il miglior tempo di Alex Lynn su Mahindra, al pomeriggio di domenica, dopo un esordio, sabato, all’insegna della pioggia e con tempi – Mortara il più rapido al mattino, Lotterer al pomeriggio (1'12"519) – distanti dal riferimento raggiunto il secondo giorno: “Concludere in prima posizione è sempre positivo ma la priorità era nell’andare alla scoperta della macchina e svolgere il programma di test. Siamo quasi riusciti a fare tutto ciò che volevamo oggi, è un processo senza fine alla ricerca di un miglior equilibrio della macchina e non siamo mai contenti. C’è molto da fare meglio, dobbiamo continuare a lavorare sodo nei prossimi giorni”, spiegava il pilota Porsche sabato.

Incidente Grosjean: nessuna frattura e idea cambiata sull'Halo

Colpo di reni Lynn

Differenze di millesimi tra Lynn e Da Costa, autore del giro in 1’11”948 in una sessione mattutina conclusa con 47 giri all’attivo. Mahindra è tra le squadre che porta in pista una monoposto di nuova omologazione, con powertrain ZF, a differenza di DS Techeetah che inizierà la Stagione 7 con la macchina vittoriosa nel campionato concluso a Berlino.

Nel finale di sessione, all’ultimo giro del pomeriggio, Lynn realizza l’1’11”941 che vale al momento il giro più rapido del Ricardo Tormo, in configurazione modificata rispetto allo scorso anno, vista l’eliminazione della chicane realizzata sul dritto di partenza. Tempi, quindi, non direttamente paragonabili. Indicazioni da prendere con le molle, vuoi per la particolarità di un tracciato permanente in un’ottica di Formula E impegnata su piste nella quasi totalità dei casi circuiti cittadini.

GP Bahrain: le immagini dell'incidente a Grosjean FOTO

Valgono molto di più i chilometri percorsi e il lavoro condotto sui sistemi, specialmente per le nuove omologazioni - come nel caso Audi Sport -, da verificare nel comportamento in pista rispetto alle simulazioni.

Anche Da Costa sub-1'12"

Per una classifica dei tempi che al mattino raccontava Da Costa con 47 giri e l'1'11"948 primo crono sotto l'1'12", alle spalle seguivano a 0”101 a Guenther (44 giri), poi Rowland a 0”231 (34 giri), Vergne (53 giri) a 0”236, Frijns (47) a 0”390 e un distacco uguale a Di Grassi, autore di 43 giri, per proseguire con Buemi a 0”402 e 34 giri completati, poi Lynn ottavo a 0”406 e 54 giri, Dennis al debutto su BMW e autore di 49 giri (+0”410 da Da Costa), Vandoorne decimo a 0”428 e 47 giri; al pomeriggio dietro Lynn si sono piazzate le due BMW di Guenther e Dennis, 51 e 44 giri rispettivamente, poi Bird e Mortara.

La giornata odierna non vedrà alcuna attività in pista, si tornerà a girare martedì per le ultime 6 ore di test prima che il materiale della Formula E viaggi alla volta di Santiago del Cile e vada in pista per il primo ePrix stagionale, in programma il 16 gennaio.