Dopo Mahindra tocca a DS Automobiles confermare l’impegno in Formula E annunciando la presenza dal ciclo regolamentare con monoposto Gen3. Si partirà dalla Stagione 9, 2022-2023, sulla quale la serie elettrica ha rivisto gli obblighi in capo ai costruttori, sia in termini di costi per la fornitura del powertrain e degli accessori – dove non la macchina completa – a squadre clienti, sia soprattutto il vincolo a dover pagare l’iscrizione per l’intero ciclo di quattro stagioni verso il quale andrà la categoria.

DS Automobiles, marchio del Gruppo Stellantis, è in Formula E dalla seconda stagione ma è dalla Stagione 5, del legame con i cinesi di Techeetah, che i risultati sportivi hanno regalato grandi soddisfazioni tra titoli Costruttori e titoli Piloti, l’ultimo centrato nella Stagione 6 alle spalle, con Antonio Felix Da Costa.

L'editoriale del direttore: Ferraristi per sempre

Da Costa-Vergne coppia confermata per il mondiale al via il 26 febbraio da Riad, con l’obiettivo di essere ancora in lotta per il titolo.

Formula E, Gen3 più veloce e potente

Sarà tra due stagioni che la Formula E vivrà un grande cambiamento tecnico, per contenuti valido a incrementare l’appeal, poiché le potenze in gioco saranno superiori, come le prestazioni: macchine più leggere di oltre 100 kg, recupero energetico più che raddoppiato a 600 kW e su entrambi gli assi. Soprattutto: 476 cavalli da sfruttare in qualifica e 408 cavalli in gara, contro i 272 cavalli attualmente previsti dalle Gen2 sulla distanza di gara.

DS tra campi di gara e prodotto

“In DS Automobiles c’è un legame molto stretto tra gli sviluppi in Formula E e l’elettrificazione del prodotto. Abbiamo appreso molto sviluppando la prima generazione di Formula E, con il successo che ci ha atteso nel finale, con la conquista di tutti i titoli dall’introduzione della monoposto Gen2”, ricorda Javier Mestelan Pinot, direttore di DS Performance.

“Con la nuova monoposto la Formula E salirà ancora un gradino in termini di prestazione e dovremmo anche assistere alla possibilità di ricariche superveloci”.

Corse e prodotto, abbinamento sui cui fa leva l’a.d. del marchio, Beatrice Foucher: “Il nostro marchio ha beneficiato a fondo del lavoro e dei successi di DS Performance, sia in termini di sviluppo che di riconoscibilità del brand”.

Categoria vetrina ideale per l'elettrico

Presenza in griglia confermata fino al 2026, un impegno sul quale Jamie Reigle, a.d. della Formula E, aggiunge:DS è stato uno dei primi costruttori a unirsi alla categoria quando le squadre hanno iniziato a sviluppare i powertrain delle loro monoposto. È stimolante vedere la vasta flotta di auto elettriche che, da allora, DS ha introdotto sulle strade.

L’impegno per la Stagione 9 riafferma la posizione della Formula E come un campo di prova tecnologico e una piattaforma di marketing per i principali costruttori auto”.