Un altro costruttore si impegna nel futuro ciclo che la Formula E inaugurerà dal campionato 2022-2023. Nissan sarà ai blocchi di partenza con la monoposto Gen3 e correrà fino alla stagione 2025-2026. 

Dopo le conferme arrivate da DS-Techeetah, da Mahindra, nella strategia di elettrificazione di prodotto alla quale guarda Nissan, nei prossimi anni dalla Formula E potrebbero arrivare soluzioni tecniche sulla produzione stradale. L'ambizione è di essere un costruttore auto, al 2050, le cui operazioni globali e ciclo di vita del prodotto si esauriscano con una neutralità carboniosa. Dal 2030, in un rinnovamento che verrà completato nei primi anni del prossimo decennio, l'intera gamma Nissan avrà soluzioni elettrificate.

Aumentano le prestazioni

Con le monoposto Gen3 la Formula E introdurrà un aspetto nuovo, fatto di maggiori prestazioni che potranno aumentare l'appeal della serie elettrica, grazie a potenze nell'ordine dei 480 cavalli, macchine oltre 100 kg più leggere rispetto alle attuali (da circa 900 kg di peso), un recupero energetico su entrambi gli assi e fino a 600 kW. 

Travaso dalla pista alla strada

Sono le carte tecniche che la categoria introdurrà dal campionato 2022-2023. "Abbiamo ottenuto grandi risultati nelle prime due stagioni e rinnovare il nostro impegno di lungo termine in Formula E è un passaggio chiave. Siamo entrati nello sport con un trasferimento tecnologico dall'approccio dalla strada alla pista; estendendo il programma all'era delle macchine Gen3 abbiamo l'opportunità di chiudere il cerchio con un trasferimento tecnologico dalla pista alla strada", commenta Tommaso Volpe, direttore dell'attività corse Nissan. Il marchio ricordiamo come sia subentrato alla presenza Renault in Formula E a rappresentare l'Alleanza Renault-Nissan-Mitsubishi.

Formula E, Roma cambia la tracciatura del circuito dell'EUR

"Crediamo che questo sport sia la piattaforma perfetta per promuovere le nostre competenze sull'elettrificazione e dimostrare il nostro impegno verso soluzioni di mobilità più sostenibili", prosegue Volpe. 

Quanto alle prospettive che attendono la categoria, i team principal Olivier e Gregory Driot indicano il maggiore interesse che la Formula E potrà avere nei confronti del pubblico: "Le macchine Gen3 saranno più veloci e potenti, quest'evoluzione continua delle prestazioni che continuiamo a vedere in Formula E è fantastica per i tifosi e l'intero sport".