Hanno praticamente dominato le prove del venerdì, conquistando la prima fila virtuale dopo che al mattino si erano concentrati su certe prove aerodinamiche più che sui tempi. L'unico problema è stato quello della gomma posteriore destra forata da Sebastian Vettel, ma più che altro perché gli ha fatto concludere in anticipo le prove, ed è di questo che il tedesco parla subito: «Non sappiamo che cosa sia successo quando ho forato in FP2. Ho perso il posteriore destro, improvvisamente, per cui dovremo controllare. Comunque la Pirelli sta lavorando per scoprire perché è successo. Oltre a questo, è stata una giornata positiva. Questa mattina è stato difficile, con alcune gocce di pioggia e la pista scivolosa; poi è molto più freddo qui che in Ungheria, ma si sa che questa è Spa, sono cose che fanno parte di questa gara. Questo pomeriggio abbiamo avuto condizioni stabili e direi che entrambi siamo andati bene». Anche Mark Webber è effettivamente sembrato a suo agio, ottenendo il secondo miglior corno a soli 59 millesimi dal suo compagno di squadra, quando il terzo (Grosjean) è a 8 decimi. E oltretutto commenta facendo intendere che ci sarebbe ancora del margine: «È sempre difficile qui ottenere un set up giusto per tutto il circuito, così abbiamo colto l'occasione oggi per provarne alcuni diversi. Stasera verificheremo tutto. Abbiamo avuto un buon passo oggi, ma c'è ancora un po' di prestazioni da trovare, abbiamo bisogno di rendere la macchina un po' più equilibrata in certe condizioni. Nel complesso abbiamo avuto una buona serie di riscontri ed è stato bello avere condizioni stabili questo pomeriggio». Maurizio Voltini