Honda scalda i motori, in tutti i sensi. La Casa giapponese ha fatto udire in anteprima - mettendolo su youtube - il sound del motore di F1 per la prossima stagione, il 1.6 V6 turbo che urlerà nel campionato mondiale di Formula Uno del 2015 sulla McLaren (e qualcuno a Woking spera sia con Alonso al volante). Vi proponiamo quindi la  registrazione del nuovo motore Honda turbo F1 che è stato recentemente acceso per la prima volta. Il suono è stato registrato ovviamete al banco prova, questo spiega anche le lunghe e progressive accelerate ben diverse dalla salita repentina di giri che si sentirebbe in pista. Com’è noto, il V6 Honda turbo è stato sviluppato per la stagione 2015 che segnerà il ritorno della Honda in F.1 come motorista, ruolo che aveva avuto fino al 1991 sulla McLaren-Honda con Senna e poi come Costruttore di monoposto prima con la Bar e poi da sola fino al 2008. Entusiasmo per questo ritorno nella massima formula del costruttore giapponese che come costrutrore ha disputato 88 Gp dal 1964 al 2008 vincendone 3 ma che come motorista puro ha preso aprte a 340 Gp conquistando 77 pole postiion e vincendo 72 Gran Premi, (il primo con Ginther nel 1964 in Messico, l’ultimo con Button nel 2006 in Ungheria) tra cui la sfilza di successi con Wiliams e McLaren fra il 1985 e i 1991. Manabu Nishimae, presidente di Honda Motor Europe ha dichiarato: «È emozionante sentire per la prima volta il grido del nostro nuovo motore di Formula Uno. I nostri ingegneri stanno lavorando duramente per sviluppare il motore e siamo tutti in attesa dell’inizio della stagione 2015». Come si sa, i nuovi motori F1 a partire dal 2014 prevederanno uno schema V6 di 1,6 litri di cilindrata e alimentazione con turbo (singolo) a iniezione diretta con due sistemi di recupero di energia: uno dalla frenata (Kers) e uno dalla girante della turbine (Ers). La Honda da giugno 2014 aprirà la nuova sede per il reparto corse in Inghilterra a MIlton Keynes, guarda caso dove c’è anche la Red Bull, avendo ceduto nel 2009 alla BrawnGp prima e alla Mercedes poi la storica sede di Brackley.