da Yas Marina: Alberto Antonini Fernando Alonso fuori dalla Q3: non accadeva dal Gp d’Europa a Valencia l’anno scorso (che poi Fernando vinse...). L’ottimismo del pilota suona incredibile: «So per certo che alla fine faremo più punti dei nostri avversari nel Costruttori, Mercedes e Lotus. Sono assolutamente fiducioso che sarà così». Eppure l’undicesimo tempo sta lì a mostrare una Ferrari in crisi. «Manca trazione in generale, e dipende solo dall’aerodinamica: ogni presa freni, ogni profilo nuovo che montiamo cambia completamente la macchina. Ma ci sono piste che storicamente non si adattano a noi. Ma chissà che non riusciamo a mettere due vetture sul podio. I numeri delle simulazioni di gara non lo fanno sperare: però noi andiamo sempre meglio alla domenica». Un ottimismo di facciata che dà spazio a una frecciata verso Massa: «È vero, siamo ormai 9 a 8 nel conto delle qualifiche e nelle ultime gare mi ha battuto, credo, quattro volte. Ma io ho sempre finito le gare con più punti e infatti ne ho 207 e lui circa novanta...». Felipe non raccoglie la provocazione, ma lui nel Q3 c’è entrato ed è ottavo: «Potevo essere settimo, ma ho sbandato troppo all’ultima curva. Ci ha aiutato la sera, le temperature più basse, specialmente per la parte posteriore della vettura».