Tutti i team di F1 stanno lavorando a tappe forzate per prepararsi ai test invernali di Jerez che partiranno il prossimo 28 gennaio. Fra le varie difficoltà, oltre a quelle connesse alle nuove unità motrici sovralimentate ed ibride, i progettisti hanno dovuto affrontare pure i problemi delle strutture di sicurezza. Infatti non solo da un paio d’anni è obbligatorio utilizzare vetture perfettamente in regola con le normative Fia in qualsiasi sessione in pista, ma per il 2014 i parametri da rispettare sono diventati ancor più stringenti, per cui tutte le strutture deputate ad assorbire gli impatti in caso di incidente vanno completamente riviste e riprogettate. Ecco perché si dà una certa enfasi al fatto di aver superato i crash test, come avvenuto per la nuova STR9 della Toro Rosso. Un passo importante per arrivare ben preparati non solo ai test precampionato, ma pure alla presentazione ufficiale che la squadra di Faenza nell’orbita Red Bull ha previsto sulla stessa pista spagnola il 27 gennaio, ovvero il giorno precedente all’inizio dei test. Ai quali prenderà parte inizialmente con Jean-Eric Vergne e solo più tardi con Daniil Kvyat. Intanto è stata diffusa una foto che si riferisce proprio ai citati crash test della Fia, almeno per quanto riguarda il musetto. Si tratta di un’immagine molto interessante - raramente vengono diffuse - ma purtroppo gli appassionati curiosi sulle forme dei nuovi “nasi a formichiere” rimarranno delusi: lo scatto, infatti, è avvenuto quando è tutto già a distrutto, con le schegge che ancora volano dopo l’impatto... Maurizio Voltini