Di solito non è particolarmente prolisso, ma in questa occasione Sebastian Vettel è di ancor meno parole, dopo il 7° tempo della sera: "È stata una buona giornata per noi e non abbiamo avuto problemi con la macchina. Stiamo ancora imparando molto in termini di affidabilità e di set-up della macchina, quindi è importante continuare a fare giri e di non avere problemi". Una dichiarazione, per così dire, "diplomaticamente ineccepibile", ma sappiamo che dopo il 4° tempo del compagno di squadra ha voluto subito controllare tutti i dati della telemetria... Infatti Daniel Ricciardo si è fatto precedere solo da Alonso per 73 millesimi, oltre alle "scontate" Mercedes, confermando di non avere troppi timori reverenziali e soprattutto - e questo è forse il fattore più importante - di non aver risentito negativamente di tutte le sventure che l'hanno colpito in un modo o nell'altro nei primi due GP. È giusto il caso di ricordare che in questa occasione partirà pure 10 posizioni più indietro in griglia, per la penalizzazione comminatagli in Malesia. Lui sembra non farsene un problema e racconta così: "Siamo andati decisamente meglio nella seconda sessione, oggi, che nella prima. In FP1 abbiamo perso un po' di tempo con un paio di problemini sulla macchina, ma questa sera era meglio e infatti abbiamo fatto un passo in avanti. Abbiamo ancora molto che ci aspetta, ma intanto nel complesso non è stato un brutto giorno, e abbiamo ancora margini di miglioramento". Maurizio Voltini