Il quinto GP stagionale è anche il primo in Europa: la F1 torna “in casa” a Barcellona e così torneremo ad avere orari “normali” per le varie fasi della manifestazione. Che seguiremo tutte sempre con la nostra cronaca diretta su web e su twitter, tramite l’account specifico @autosprintLIVE. Questi a seguire sono gli orari delle varie sessioni in pista: venerdì 9 maggio dalle 10 alle 11,30: prima sessione prove libere dalle 14 alle 15,30: seconda sessione prove libere sabato 10 maggio dalle 11 alle 12: terza sessione prove libere dalle ore 14: prove di qualificazione domenica 11 maggio dalle ore 14: Gran Premio (66 giri) Il circuito è quello di Catalunya lungo 4.655 metri, che in gara si percorrerà 66 volte per un totale di 307,104 km. La pista è caratterizzata da una superficie piuttosto abrasiva e da una conformazione che da un lato richiede molta trazione, richiedendo il massimo dall’unità motrice ma anche dalle gomme posteriori, e dall’altro va a stressare particolarmente la gomma anteriore sinistra, in particolare nella percorrenza della lunga curva 3 che si percorre in accelerazione (e in misura minore anche nella 16 che immette sul traguardo). Questi fattori, unitamente al fatto che quest’anno non sono stati effettuati test precampionato sulla pista spagnola, hanno convinto la Pirelli ad orientarsi verso le due mescole più dure nella gamma, cioè la medium e la hard che ricordiamo essere contraddistinte da banda bianca e arancio rispettivamente. Infine, anche qui abbiamo due zone di attivazione dell’ala mobile: il drs è permesso nel rettilineo di partenza e anche in quello compreso fra le curve 9 e 10 “La Caixa”. Maurizio Voltini