Quando fa caldo, a Hockenheim, fa caldo sul serio. Il clima continentale trasforma la foresta del Baden-Württemberg in un inferno di afa. E per questo fine settimana, le temperature saliranno giorno dopo giorno. FIno ad arrivare a 33° (e oltre) al sabato. Domenica, per la gara, potrebbe fare un po’ meno caldo, ma c’è il rischio di qualche pioggia. Sarà un bel banco di prova per le gomme Pirelli, visto che sono state selezionate le mescole più tenere della gamma: soft e supersoft. Se l’asfalto dovesse scaldarsi eccessivamente, la durata potrebbe risentirne. Non si prevedono però pericoli sulla tenuta delle costruzioni. Al massimo servirà un pit-stop in più. L’altro pericolo del Gp Germania sono i commissari. Spetta a loro la prima mossa nel caso in cui qualcuno, fra le squadre, decidesse di utilizzare ancora il Fric, il sistema di interconnessione delle sospensioni di cui la Fia vorrebbe anticipare la messa al bando (prevista comunque dall’anno prossimo). È praticamente certo che Mercedes e Red Bull rinunceranno al sistema. Hockenheim ha un curvone, la Parabolika o curva 5, che mette a dura prova i carichi laterali, con punte di 5 G. Come si comporterà la Mercedes senza il suo famoso controllo di assetto? Finora, solo la McLaren si è ufficialmente impegnata a rimuovere il dispositivo. Ma chi non lo fa, rischia il reclamo e la squalifica.