GP F1 Belgio, si parte a rilento

GP F1 Belgio, si parte a rilento
Pochi tifosi finora, clima freddo e Ferrari in affanno già nelle dichiarazioni. Ma c’è qualche novità

Redazione

21 agosto 2014

dal nostro inviato a Spa: Alberto Antonini Ma dove sono le file dei tifosi, dov’è l’odore delle patatine fritte, dov’è l’atmosfera che caratterizza da sempre il Gp del Belgio a Spa? Per il momento, le strade di accesso a Francorchamps sono quasi deserte. È vero che si fa fatica a raggiungere i 14 gradi, ma non è una novità sulle Ardenne; e fra l’altro, almeno per ora, non piove. Siamo solo a giovedì ma l’impressione è che la crisi si faccia sentire anche qui. I campeggi non sono ancora pieni, latitano le orde dei tifosi in divisa da vichinghi, ad attirare l’attenzione è soprattutto un gruppo di tifosi di Fernando Alonso con altissimi cappelli rossi a forma - più o meno - di Cavallino. Peraltro Fernando e la stessa Ferrari non incoraggiano molto i sostenitori, promettendo una gara, anzi due, di “contenimento danni”: qui e a Monza, piste di motore, si teme il sorpasso in classifica da parte della Williams. Che qualcuno dà addirittura per favorita per la vittoria. Quanto alla Ferrari, oggi il sito tedesco di ‘auto motor und sport’ riprende l’anticipazione di Autosprint, secondo la quale sulla F14 T si potrà usare una vernice speciale che riveste gli scarichi limitando la dispersione di calore. Vedremo se stavolta arriveranno conferme o smentite.

  • Link copiato

Commenti

Leggi autosprint su tutti i tuoi dispositivi