Niente muso nuovo per la Toro Rosso: la monoposto di Faenza, che nel corso di quest’anno aveva già subito un’operazione di... plastica nasale, avrebbe dovuto sfoggiare un’altra appendice anteriore (meno brutta, si spera, delle proboscide attuale). Ma non è stato possibile portarla a Singapore, a quanto risulta per problemi di crash-test. Questo non ha impedito alla Str9 di entrare ancora una volta nei primi dieci in qualifica, con Kvyat, mentre Vergne con il 6° posto in corsa ha ottenuto il miglior piazzamento della stagione.