da Jerez (Spagna): Cesare Maria Mannucci Ferrari ancora ai vertici nella quarta e ultima giornata di prove sul circuito di Jerez, per i test F1 invernali. Kimi Raikkonen migliora il precedente primato ottenuto da Sebastian Vettel e conclude al meglio una sessione di prove decisamente positiva per la nuova Ferrari SF15-T. Il finlandese ottiene il tempo di 1’20”841 facendo così meglio del 1’20”984 realizzato da Vettel due giorni prima. Raikkonen non solo è il più veloce in pista ma con la gran quantità di giri percorsi (anche dalla Sauber) “certifica” di fatto una affidabilità che certamente sarà utile in questo campionato che vedrà ridurre il numero di motori e cambi a disposizione, con un incremento di lavoro per queste componenti del 25% rispetto al 2014. In totale Raikkonen percorre oggi 106 giri pari a 469 km. Nell’arco di 4 giorni di prove, affidata a Vettel e Raikkonen, la nuova Ferrari percorre 349 giri pari a 1545 km, senza che si siano manifestati problemi rilevanti alla power unit. Dopo aver utilizzato a lungo gomme hard e winter hard, Raikkonen ha ottenuto il suo tempo più veloce facendo ricorso a gomme soft. Mentre Vettel in precedenza era stato più lento di un decimo ma con gomme medie. Al secondo posto, ancora una volta la Sauber motorizzata Ferrari, questa volta affidata a Ericsson. Anche il pilota svedese fa ricorso a gomme soft, gira spesso in condizioni di qualifica e una volta rimane pure senza benzina lungo la pista. Al terzo posto Lewis Hamilton che con la Mercedes è ancora il pilota che percorre il maggiore numero di giri giornaliero. 117 tornate per lui e miglior tempo in 1’22”172 ottenuto con gomme medie nel corso di una simulazione di gara. Hamilton è anche protagonista di un testacoda alla chichane Senna che provoca l’interruzione delle prove. Situazione strana alla Renault. Il motore francese installato sulla Red Bull mostra ancora problemi con il circuito di raffreddamento, costringendo Kvyat a lungo ai box. Sulla Toro Rosso invece il motore Renault non mostra nessun difetto e Verstappen ottiene il 4° tempo della giornata percorrendo 97 giri. Ancora in difficoltà la McLaren. Oggi Button percorre 36 giri ottenendo però il miglior tempo della settimana per la vettura motorizzata Honda in 1’27”660. Finalmente la McLaren riesce a percorrere alcuni giri a velocità decente prima di fermarsi prima per un problema di pressione d’olio, poi per la pompa del carburante. I tempi continuano ad essere lontanissimi ma almeno si comincia a vedere un po’ di luce. Prossimi test F1 in programma sul circuito di Barcellona dal 19 al 22 febbraio.