Esattamente tra un anno, nei primi test del campionato 2016, debutterà in F1 il team americano di Gene Haas, con una vettura in parte nata in Italia e spinta dal motore Ferrari. Ma come sarà colorata questa vettura? Haas, intervistato da Autosprint, smentisce l'ipotesi di una livrea a stelle e strisce a rafforzamento dell'immagine americana del team di cui si era parlato. «Vedo tante vetture colorate in argento o in grigio, personalmente, al di là di mantenere una identificazione con la nostra azienda, credo che un bel giallo starebbe proprio bene», ha dichiarato ad Autosprint. Su internet gira questo bel disegno di Camille De Bastiani che vi proponiamo e che riproduce abbastanza realisticamente il possibile look della nuova Haas-Ferrari F1. La nuova monoposto di F1 nascerà soltanto nel 2016 invece che quest'anno perché le regole future danno più elasticità realizzativa ai team e permetteranno ad una squadra l’utilizzo di più parti prodotte da un altro Costruttore, cosa che oggi non avviene ancora. Ecco perché Haas ha rinviato di un anno l'ingresso in F1. La nuova monoposto avrà un'anima per metà italiana: per quanto venga costruita nella fabbrica americana del team Haas a Kannapolis (dove ha sede anche la squadra Nascar dello stesso team) il direttore tecnico è italiano: si tratta di Gunther Steiner, altoatesino, ex Jaguar F1 dieci anni fa ed ex Ford rally. Inoltre la squadra si appoggerà per lo sviluppo tecnico alla Dallara e monterà il motore turbo Ferrari. In Usa verrà costruito il telaio, ma la base europea sarà in Inghilterra, a Banbury, perché Haas ha rilevato la factory della Marussia.