A soli 14 millesimi da Massa e la Williams, impegnato in una simulazione di gara che l'ha visto effettuare lo stint più lungo della giornata (25 giri) ma soprattutto soddisfatto dei nuovi componenti come l'ala anteriore che gli ha dato la giusta sensibilità, Kimi Raikkonen è positivo anche se di poche parole: «Nel complesso il test è andato abbastanza bene, dato che oggi abbiamo simulato la distanza di gara. Ora aspettiamo di essere a Melbourne per renderci conto della realtà delle forze in campo». Sulla simulazione di gara condotta oggi in continuità (ieri Vettel ha fatto tanti giri quanti 2 GP, ma in modo discontinuo) James Allison ci spiega meglio manifestando pure un po' di ottimismo: «In questo inverno abbiamo percorso un gran numero di giri: ma fino a che non si tenta di simulare una gara, un giro dopo l’altro, fermandosi solo per cambiare le gomme, non si può dire di essere davvero pronti per fare sul serio a Melbourne. Per questo siamo contenti di avere completato al primo tentativo la nostra simulazione sulla distanza, e dell’affidabilità dimostrata. Per questo sono soddisfatto delle prove condotte negli ultimi due giorni, da cui appare chiaro che la vettura si comporta come ci aspettavamo. Provare in inverno in Europa dà riscontri leggermente diversi, per via del clima, da quello che potrebbero essere le prove in Bahrain: ma non cambia completamente le carte in gioco. Gran parte di quello che si vede qui è quello che vedremmo anche sulle altre piste del mondiale nel corso della stagione. E secondo me abbiamo visto una monoposto che… si sa comportare bene, una caratteristica che ci aspettiamo di veder riportata sulle piste di gara».