Fernando Alonso non parteciperà al Gran Premio d’Australia. In seguito alla commozione cerebrale causata dall’incidente avvenuto nei test di Barcellona lo scorso 22 febbraio, i medici che si stanno occupando del pilota spagnolo hanno sconsigliato la sua presenza alla prima gara stagionale. In un comunicato stampa la McLaren ha confermato le motivazioni: «I medici di Fernando hanno ritenuto corretto limitare i fattori ambientali che potrebbero potenzialmente causare un’altra commozione cerebrale in un intervallo temporale molto breve rispetto a quella subita a Barcellona. È la normale procedura medica che si esegue nel trattamenti di atleti vittima di traumi. Quindi, al fine di limitare i fattori di rischio, i medici hanno consigliato a Fernando di non essere al via dell’imminente Gran Premio d’Australia». La McLaren ha confermato che a Melbourne la vettura di Alonso sarà portata in pista da Kevin Magnussen, aggiungendo che Fernando dovrebbe essere pronto a riprendere la sua attività nella seconda gara dell’anno, in Malesia. «Il recupero prosegue molto bene – ha confermato il comunicato McLarenFernando è in forma e si sente pronto per correre. Ha già ripreso l’allenamento, al fine di essere al massimo della preparazione in vista del ritorno in pista a Sepang». Roberto Chinchero