Da Spielberg (Austria): Roberto Chinchero Sarà un Gran Premio d’Austria bagnato? Le previsioni lasciano poche alternative, e al momento gli esperti del meteo si sono mostrati attendibili. La vigilia della gara sul Red Bull Ring vive soprattutto sulla variabile Williams, che sui quattro chilometri della pista austriaca potrebbero tornare a recitare un ruolo di primo piano. «In effetti qui le nostre aspettative sono buone – ha confermato Massa prima della pausa pranzo di oggi – è vero che la monoposto 2015 è un po’ diversa rispetto a quella che dodici mesi fa mi permise di conquistare la pole position, ma la filosofia della vettura è la stessa del 2014. Quando il carico aerodinamico è mano determinante, noi riusciamo ad esprimerci molto meglio». In giornata ha tenuto banco anche la notizia diramata dalla stampa tedesca riguardante una presunta richiesta da parte della Red Bull delle power unit Ferrari. Le parti chiamate in causa non commentano, e appaiono anche sorprese. Potrebbe essere un atteggiamento di circostanza, ma bisogna sottolineare che a partire dalla gara di Melbourne i responsabili della Red Bull si sono fatti notare per una serie di dichiarazioni molto politiche, mirate soprattutto a mettere sotto pressione la Renault. Nel paddock bagnato di Spielberg si attendono molto “Vip” invitati da Red Bull. «Visto come vanno le cose in pista – ha commentato un addetto ai lavori – alla Red Bull devono lavorare su altri fronti per farsi notare». Nel weekend è prevista un’esibizione di Formula Uno storiche, ed è prevista anche la presenza del tre volte campione del mondo Nelson Piquet al volante della Brabham-Bmw. Intanto nel paddock sono pronti ombrelli e giacche a vento. Anche se tra pochi giorni sarà estate, sul tracciato austriaco l’atmosfera per ora è quella dei test invernali.