Può sembrare una banalità, ma in un mondo ormai apparentemente asettico come quello della Formula 1, dove ogni dichiarazione viene calibrata al millesimo, un Lewis Hamilton che dichiara una sana e aperta competizione nei confronti del compagno di squadra merita di essere segnalata. Il pilota Mercedes, che tra un Gran Premio e l'latro non perde occasione per mostrarsi nei più disparati eventi mondani, ha presenziato al Graham Norton Show, uno dei format più seguito della tv britannica. Tra un aneddoto e l'altro al campione è stato chiesto chi vorrebbe fosse il vincitore del mondiale nel caso non riuscisse a riconfermarsi campione. La risposta, da pilota Mercedes, avrebbe potuto essere scontata: Nico Rosberg. Ma ovviamente il tedesco, essendo il principale rivale di Lewis in questa stagione, non va troppo a genio al britannico: «E’ una questione difficile - ha detto Hamilton - Sei parte di una squadra e il lavoro di entrambi i piloti è ottenere punti per vincere il campionato. Ma presi singolarmente entrambi vogliamo battere l’altro». Il campione del mondo è consapevole che «dovrei tifare per il mio compagno di squadra se non vinco io, ma non è questo il caso».