Domenica scorsa nel paddock di Silverstone si è diffusa l’indiscrezione di un interessamento dell’Aston Martin alla Formula Uno. Lo scenario dipinto è stato abbastanza completo, ovvero il motore sarebbe in realtà la power unit Mercedes opportunamente marchiata dalla casa britannica (di proprietà per il 37.5% dell’imprenditore italiano Andrea Bonomi). Il team disponibile ad utilizzare i Mercedes con il nuovo brand ci sarebbe già: la Red Bull. Ma il team nega. Terminato il Gran Premio di Gran Bretagna sono arrivate altre indiscrezioni, e riguardano Adrian Newey, tuttora mente tecnica della Red Bull Formula Uno. L’ingegnere britannico starebbe lavorando a una supercar stradale con il marchio…Aston Martin! Non è da escludere che si tratti di una richiesta di consulenza giunta alla Red Bull, che Newey avrebbe accettato con entusiasmo visto che da tempo manifesta la volontà di voler progettare una supercar. Red Bull ha fatto invece chiarezza sul motore che utilizzerà il prossimo campionato. «Abbiamo un contratto che ci lega a Infiniti e Renault fino alla fine del 2016 – ha sottolineato Christian Horner e intendiamo rispettarlo. Ci sono troppe speculazioni: in Austria si è parlato di power unit Ferrari, adesso Aston Martin. Magari la prossima settimana sarà il turno di Honda e Lamborghini….» Roberto Chinchero