Si augurano che sia migliorata nei punti deboli del progetto 2015, ma anche che il team sia cresciuto nel suo complesso e non si ripetano episodi clamorosi come il cambio gomme di Spa Francorchamps, quando Bottas venne mandato in pista con due diverse mescole in macchina. Parla del team nel suo complesso il finlandese, oltre che dei dettagli tecnici della monoposto: «Dobbiamo essere in grado di vincere delle gare, è quel che proviamo sempre a fare. Sono sicuro che abbiamo ottenuto dei miglioramenti in ogni settore, perciò ci aspettiamo di essere in lotta per risultati migliori quest’anno». A Barcellona sarà lui a guidare nei primi due giorni di test, per poi cedere il volante a Massa: «E’ una fase dell’anno sempre molto interessante ed emozionante, abbiamo una nuova macchina e non vediamo l’ora di portarla in pista per scoprire quant’è veloce e com’è», ha proseguito Valtteri, fiducioso sui progressi compiuti in fabbrica. «Lo sviluppo della FW38 in teoria è stato positivo, da quel che ho visto sembra che andiamo nella giusta direzione, non ci resta che verificare adesso in pista. I test della prossima settimana saranno l’occasione per scoprire quanto le prestazioni siano migliorate dall’ultima gara». Massa pone l’accento sulle aspettative intorno a un team che ha ottenuto già due terzi posti nel mondiale e deve provare a fare di più, dare segnali di miglioramento: «E’ stato un gran risultato confermarsi terzi nel Costruttori e porta con sé molte aspettative. In fabbrica hanno lavorato duramente sulla nuova macchina e abbiamo trascorso molto tempo a capire dove fosse necessario migliorare». Prestazioni sui circuiti lenti anzitutto, incremento del carico aerodinamico al posteriore, sono state le criticità riscontrate non solo nel 2015 ma anche l’anno prima. Migliorare in settori specifici, senza perdere di vista i punti di forza che hanno la Williams a proprio agio prevalentemente sui tracciati più veloci: «Il 2016 si annuncia come un anno molto agguerrito in Formula 1, ci saranno diversi team forti che ci metteranno nel mirino», spiega Claire Williams. «Siamo fiduciosi d’aver fatto un passo avanti in inverno, la FW38 nasce sui punti di forza della FW37 e ne risolve alcune debolezze. Abbiamo iniziato la progettazione in anticipo e speriamo che il tempo extra ci collochi in una buona posizione». Ovviamente non sarà la macchina che andrà a Melbourne, quella svelata online: «Abbiamo già programmato degli aggiornamenti e spingeremo per miglioramenti continui durante la stagione», specifica Claire Williams. Fabiano Polimeni